Xeka-Sanches, Mourinho vuole i tesori del Lille

42
2037

AS ROMA NEWS – A centrocampo, non c’è niente di segreto, sarà nuovamente rivoluzione. È lì che Mourinho aspetta i rinforzi principali, scrive l’edizione odierna de Il Messaggero (S. Carina).

L’agognato regista ma non solo. Il reparto sarà infatti stravolto con le permanenze di Pellegrini, Sergio Oliveira (riscattato dal Porto) e la conferma di Bove che, nonostante l’esiguo impiego stagionale, ha sorpreso lo staff tecnico. Per Edoardo, 20 anni a maggio, l’idea è quella di trasformarlo in un interditore di qualità che possa partire subito dietro i tre centrocampisti titolari.

Uno sarà Lorenzo, gli altri due – aspettando di capire il futuro di Mkhitaryan (richiesta annuale di 4 milioni più 2 alla firma) – da individuare sul mercato. Nel blitz francese di qualche giorno fa, Pinto ha avuto modo d’incontrare anche i rappresentanti di Xeka, 27 anni,  regista del Lille e compagno di squadra di Renato Sanches – l’obiettivo numero uno del gm – che lo scorso anno ha posto fine all’egemonia del Psg.

Non va confuso con il quasi omonimo Xhaka (Arsenal) per il quale Mourinho ancora spera. L’avventura in Francia di Xeka è agli sgoccioli, visto che si libererà a giugno a parametro zero: “Ormai credo che ci siano più possibilità di lasciare il club e la Ligue 1 che restare“, ha dichiarato qualche giorno fa al quotidiano O Jogo, lasciandosi sfuggire off record di avere proposte dalla Spagna (Valencia), dalla Turchia (Galatasaray) e un paio anche dall’Italia.

I due club sono l’Inter (che cerca un vice Brozovic) e la Roma. Il giocatore piace. Esperto, personalità da vendere, regista classico, bravo nel fraseggio stretto e nel lancio medio-lungo, capace di portare in dote anche qualche gol. L’unica remora è legata al carattere.

Xeka non è un tipo facile. Lo scorso anno riuscì a litigare con il tecnico Galtier alla vigilia della trasferta decisiva a Parigi per la vittoria dello scudetto. Ma non solo. In estate è arrivato alle mani con Tiago Djaló in un’amichevole. Mou normalmente ama calciatori di questo tipo mentre Pinto li apprezza un po’ meno.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto
Articolo successivoMourinho prepara il ciclo di ferro

42 Commenti

  1. Quindi nonostante l’assoluto silenzio da parte della Società, Carina sa con assoluta certezza (e condizionale a parte) cosa vuole Mourinho!” A posto… Lettura del pensiero?!🤔😑

    • È vero, sono tutte supposizioni, ma è intrigante il nuovo centrocampo, il Lille ci ha vinto 1 Ligue 1 Coppa di Francia, completato con Sergio Oliveira, Pellegrini e Bove, non è male, se in difesa arriva Senesi… MERCATO TOP!

    • @Don, ed è tornata persino l’ora legale. Altro che Jet lag o “Sindrome da fuso orario…😅”

  2. Una cosa è certa, il fantamercato della Roma non ha confini. Siamo veramente imbattibili su questo. Tra una sessione e l’altra migliaia di nomi con scie di storie degne di un film di spionaggio. Stamo ar Top.

  3. Oliveira ha gia imparato l Italiano, sinonimo di permanenza, serve chiedere sconto al Porto.
    Pellegrini resta.
    Miki c’è in programma un incontro con Raiola sta settimana a Montecarlo, non a Montefiascone, al 99% resta anche perchè il calciatore sembrava destinato in Russia ma sappiamo cosa sia successo.
    gli altri 2 sono Veretout e Cristante, per me Veretout puo essere il sacrificabile del centrocampo che fa spazio allo slot del regista, ma serve cash flow.
    Diawara pure è da sbolognare, ma resta da capire chi se l accolla, probabilmente prestito.

    io la butto li, via Diawara e Veretout e spazio al playmaker di stazza ( Sanchez?)
    SE dovesse arrivare una offerta anche su Cristante con soldi in bocca veri,credo che la valuteranno, ma a sto punto ne servirà un altro.
    Pero io credo che le probabilità che Cristante lasci sono pari al 10%

    • Il problema è che tutti pensano che Sanchez sia un regista, ma non lo è mai stato.

      Negli ultimi anni ha fatto l’esterno di attacco, il trequartista, il centrocampista, il mediano, il regista…

      Lui può fare il compagno vicino al regista per caratteristiche.

    • @Lory San e allora vale il secondo esempio, Se dovesse partire Cristante si investirà per un altro di spessore tanto da avere Sanches che puo ricoprire i ruoli che dici più il classico playmaker che manca a sta squadra.

    • Ciò che mi aspetterei dal prossimo mercato:
      Terzino dx
      Difensore centrale
      2 centrocampisti
      1 attaccante

      Ovviamente, tutti TITOLARI, cioè più forti di chi, attualmente, occupa quei ruoli.
      Oliveira (che andrebbe conteggiato tra i nuovi acquisti) è più forte di Cristante? Per definizione sì, sul campo non l’ha ancora dimostrato, a mio avviso.
      Tutto ciò con l’auspicio che Spinazzola rientri alla grande e si riprenda il posto da n° 3.
      Ora mi aspetto le consuete repliche di chi auspica un mercato al ribasso… “Perché Murinho non ha fatto rendere al massimo i giocatori che ha, che so’ fortissimi…”. Pronti? Via!

      p.s. Pure qualcuno che dica: “Ce li metti tu li sòrdi?” Avanti, non deludetemi.

    • Oddio KAWA62, SERGIO 3 golletti non proprio di rimbalzo li ha messi dentro (e 2 assist?)… in 6/800 minuti circa… essendo arrivato a gennaio, senza preparazione estiva da principio, senza conoscenza del Paese e del “brutto ma difficile” campionato italico, senza trovare un ambiente sereno, ma un allenatore bollito, un ambiente (mediatico) pessimo, un arbitraggio equidistante, e Agresti, Focolari, Cecchini, Balzani e Corsi tra gli altri ad aspettarlo a Fiumicino, mi sa che sei troppo severo…
      Visto pure gli ultimi rigori concessi e buttati ha pure messo dentro un rigore…
      Nel derby ha persino innestato una marcia veloce. Sei un poco cattivo…?

    • Scusa, SardegnaGiallorossa, in cosa sarei stato “cattivo”? 😳
      Forse perché sono esigente quando si parla dei calciatori della Roma? Davvero non capisco…
      Ho semplicemente espresso un giudizio complessivo sull’apporto di Oliveira alle prestazioni della squadra. Ha dimostrato di essere un giocatore che ci fa fare il salto di qualità? Finora direi di no.
      Ce lo farà fare in futuro? Speriamo, ma non lo sappiamo, né io né te.
      Anche Cristante, nel derby, ha giocato bene. Abbiamo risolto i problemi a centrocampo?
      Una rondine non fa primavera, si dice…
      Ma la domanda principale è: la desiderate anche voi una Roma davvero forte o no?
      Io credo di no, almeno a giudicare dai 👎 al mio commento qui sopra. 🤷
      Se permetti, per un Romanista come me tutto ciò è incomprensibile (non è vero: comprendo bene le dinamiche del signor pollicino) e me ne faccio una ragione solo perché siamo in un ambiente virtuale, del tutto scollegato dalla realtà, per fortuna.
      Stammi bene e sempre forza Roma.

    • Ciao Kava62, certo che desidero una Roma più forte!
      Dico solo, amico giallorosso, che restando al centrocampo, un centrocampista dal Porto (non é giusto dire, come si sente da qualcuno, che il capitano portoghese lo mandavano in prestito, se non l’ultimo periodo dove non si é trovato col loro mister, e non é il City ma squadra molto dura per le italiane…) che segna ogni 3 gare massimo, senza considerare le altre qualità, per me va bene, e rinforza titolari e panchina del nostro centrocampo prima ai minimi termini, con pure MIKY cooptato in mediana per forza maggiore…
      Oggi abbiamo a volte Cristante e Veretout accanto a Bove e AMN (questo sì, ancora inutile) più Ibanez, Elsha, Shomu, Perez e Felix pronti a subentrare…
      é una Roma più forte già oggi, di quella che ha inizio stagione contava 2 portieri, Reynolds, Diawara, 3 primavera, Villar e Mayoral…
      Poi tutti, almeno io ti giuro, ci aspettiamo 2/3 campioni veri, non di più ma sarebbe già tanto, che possano darci un importante salto di qualità. E davvero inscriverci a pieno titolo nella lotta per lo scudetto, ora che fatichiamo per il 5 posto.

    • S.G.,
      hai parlato tu di “campioni”, non io.
      Io ho parlato di “titolari”.
      Ora, ti voglio dare ragione su Oliveira. È esattamente ciò che ci serviva e sarà titolare fisso nella Roma del prossimo anno. Un elemento imprescindibile.
      Archiviata la pratica, su cosa, più precisamente, dissenti, rispetto al mio commento?
      Lo chiedo a te perché gli altri (l’altro) si limitano a spolliciare ma non hanno argomenti. Bisogna capirli (capirlo).

    • Ciao Kawa scusa, ho letto solo adesso la tua risposta.
      Per dirti, io dissentivo sulla parte dove mi sembra sottostimato Sergio. Non faccio paragoni con Bryan, ma a me sembra un accettabile rinforzo (di gennaio, mercato normalmente di eventuale perfezionamento, dicono gli esperti, della rosa). Aldilà dell’ironia (da qui mi sembri “cattivo”) con la quale sottolinei che Oliveira non é quel regista che ci serviva, a me sembra comunque, in rapporto a giugno (con Diawara testato a lungo dal mister ma pure per me che non sono che un tifoso no, Villar testato molto meno, probabilmente subito scartato, Darboe testato praticamente nulla, Bove c’è e sembra buono (?), ma pochissimo in campo a guardare), un importante passo avanti.
      Quale squadra e chi ha portato a gennaio, ma pure a giugno, un centrocampista più o meno di spessore (dall’estero) che alla fine ha fatto 1 goal ogni 2/3 gare pure non da titolare?
      In una Roma che manco segna a raffica, a dirla tutta.
      Ma manco attaccanti, dei nuovi. Anguissa? Koopmeiners (nell’offensiva ed europea Dea)? Kean ? (che conosceva già l’Italia) Torreira? (mi sa lui, almeno uno, ma é fisso in campo… e gioca in una squadra a trazione anteriore)
      Persino AM Niles é comunque un progresso oggi rispetto a Reynolds, anche se tolto l’entusiasmo della prima apparizione, sembra davvero in vacanza, e restiamo al nulla dietro Rick. Il che mi porta al conteggio dei 5 acquisti che, se titolari, significano cambiare mezza squadra. Più un sesto se Spina non recuperasse, e se vogliamo giudicar Vina inadeguato.
      Questo, questione di opinioni per carità, tutte legittime, dal mio punto di vista non andrebbe. Perché cambiar 5/6 uomini in campo (con un Mister che a tutti gli effetti punta da principio su un insieme di titolarissimi, sarebbe per me ripartire da principio. Invece preferirei, anche avendo 100 e passa milioni da mettere sul mercato, massimo 2/3 “campioni” (hai ragione, intendo gente davvero forte) da inserire con attenzione. Mi sembrerebbe un approccio migliore al secondo anno, senza buttar tutto il lavoro fatto ad oggi. E qui, ovviamente, parlo di gente importante, quasi sogni, sicuramente campioni in A, tipo Jorginho o Verratti a centrocampo, un Berardi per Perez davanti, un forte laterale destro.
      2/3 di questo tipo, no Berezinsky o gente simile, senza cedere i migliori.
      Se poi Myky (per esempio), e i centrocampisti in rosa non rinnovano allora va bene pure un Frattesi, un Nandez (in uscita)e un Raspadori in più…
      Adesso speriam di non fermarci con il Doria.

  4. Sinceramente xeka non lo conosco, se mourinho e pinto lo valutano adeguato per la Roma ben venga, pure a parametro zero. In un ipotetico centrocampo avresti xeka cristante (che in queste ultime partite sembra stia giocando bene) oliveira (non vale 14 milioni del riscatto, serve lo sconto) e bove. Da vendere villar diawara e veretout, totale almeno 28-30 milioni e prendere un centrocampista forte (renato sanches? Douglas luiz?)

  5. A me de tutte ste panzane non me ne freca niente. Oggi me ne vado a festeggiare il settenario di Roma 3 Alassio 0.
    E domenica prossima il quindicinale.

  6. l’anno prossimo non rischiamo certo la panchina corta, cogli 87 giocatori già presi, e quelli che ancora non so del tutto fatti

  7. Da lunedì scorso in sette giorni la ROMA ha comprato e ceduto circa 15 giocatori solo a centrocampo. Non si sa bene quanto tempo pinto è stato in francia però evidentemente ha parlato con tutti. Fermava la gente sulla metro e trattava un qualche zio o cognato per farlo approdate a ROMA. Nomi obiettivamente inarrivabili, tipo conor gallagher con sanchez e nomi oggettivamente incomprensibili per costi ed utilità. Pausa nazionali e via agli esperti di mercato, rigorosamente senza notizie, pronti ad inventare nomi e dare contro a pinto proprio perché lavora senza fornire dritte alle signore dei prosciutti. Ambiente? Quale ambiente?

  8. Bove è cattivissimo e recupera palloni può diventare il nuovo Romeo Benetti, non dobbiamo buttare soldi per giocatori che poi non si inseriscono.
    Bove e Zalewski possono essere già presente, sicuramente saranno la colonna portante della Roma del futuro.

    Futuro molto prossimo

  9. A parte il fatto che sono altri due Portoghesi, in ogni caso tra tutti e due la porta la vedono ogni morte di Papa,e se oggigiorno non conti sull’aiuto di un buon numero di gol dei centrocampisti non vai avanti….

  10. “Mou normalmente ama calciatori di questo tipo mentre Pinto li apprezza un po’ meno”.

    E certo, questo a Pinto je mena di brutto. Mou invece gli lancia uno sguardo dei suoi e Xeka scoppia in lacrime”

  11. A centrocampo ci serve un regista, quindi un giocatore tipo : Douglas luiz/Soler, poi serve un centrocampista di quantità e qualità : R.Sanches/Frattesi . Bisogna vendere villar, veretout e diawara !!

  12. Servono giocatori di esperienza internazionale, anche se giovane,se no fai la fine di Berardi in Nazionale che al primo pallone “pesante” che gli è capitato gli ha tirato ‘no straccetto….Se al posto suo ci fosse stato uno Come Totti o anche Luca Toni stavano ancora aggiustando la porta che si era sfondata….Non so se ho reso l’idea… Servono giocatori ” cattivi” di esperienza che rispondano “presente” sempre e comunque. Al momento sembra che alla Roma ce ne stiano pochini. Non faccio nomi ,tanto sono noti….

    • E’ vero però è pure vero che Mancini poteva far giocare Berardi più spesso sapendo che già col Sassuolo partite decisive non ne fa. A giocare queste partite si impara anche, certo qualcuno ci è nato (penso ai debutti di De Rossi!) ma se le giochi poi ti abitui. Certo che se poi come Immobile e Insugna DUE volte ti trovi a giocare la partite decisive per andare al mondiale e entrambe stecchi! Almeno Berardi, gol mangiato a parte, ci ha provato e ci è andato anche vicino, gli altri non ci hanno proprio provato! CINQUE tiri nello specchi, ripeto SOLO CINQUE, mentre la Macedonia ne ha fatti due. Se hai sempre il possesso e tiri solo 5 volte mi sa che la colpa no è di chi ha tirato, ma di chi non lo ha mai fatto (tipo Barella, Verratti, Jorginho, Immobile, Insigne!)

  13. Ma frattesi vi fa così schifo? Oltre frattesi , farei un grande investimento: Verratti ( vi ricordate il nome top secret , uomo immagine?) Sanchez sarebbe ottimo ma costa molto di più … Io vorrei un centrocampo così : frattesi , Verratti , pobega , in panchina bove,cristante, Oliveira….. Pellegrini spostato come trequartista a sx ( all’occorrenza mezzala) , mikhitarian,e zaniolo se non lo vendono ( se lo vendono magari arriva il nome…)

    • Verratti è l’esmpio massimo di “bello ma non efficace” e di PERDENTE, MAI decisivo con gol e assist… e considera CHI nel tempo ha avuto da servire! Uno che si prende i complimenti, che tutti dicono quanto è bravo, e poi le stecca le partite importanti… Con la macedonia: bello, bravo, bei numeri… quinti assist “buoni” ha servito? Quante volte ha tirato in porta? Basta fare il conto! Pellegrini in quei pochisismi minuti ha creato e tirato più di lui, senza fare numeri fini a se stesso (che tra parentesi gli riescono solo quando è in forma al 100% perchè in Francia a volte manco fa quello!). Poi per carità, può essere pure che nel contesto giusto diventi efficace, però mi pare l’antitesi del regista di Mou, che vuole uno che velocizzi il gioco e in caso blocchi gli attacchi avversari mettendosi al posto giusto, insomma uno come De Rossi o Thiago Motta, non certo uno alla Verratti.

  14. 352 Rui Patricio Mancini smalling sarr – karsdrops Verratti frattesi pellegrini Spinazzola Abraham mikhitarian….in panchina slaver, kumbulla, vina( insisto che per me è più difensore da piede sx , non è un terzino) xxx ( un difensore che sappia impostare) cristante, bove ,Oliveira, zalenski ( a volte terzino , altre come trequartista di sx) pobega, xxx ( un attaccante di peso ,che sia pronto a partita in corso)

  15. Mi raccomando vendiamo tutti meno che il capitano il nuovo Totti forse anche più forte costruiamo una squadra intorno a lui continuiamo a non sostituirlo mai e vedrete i trofei che vinceremo avremo bisogno di nuovi armadi er contenerli Mou ne vorrebbe tre io ne vorrei 11..fenomeno vero top player trascinatore……..oscurerà anche il grande capitano….

  16. Il fatto che la Roma sembrerebbe sulle tracce di parametri zero o svincolati (Svilar, Xeka, Musonda) fa pensare ad un budget estivo limitato o derivante solo da cessioni.
    L’importante però è cedere bene i nostri giocatori e non regalarli come avvenuto nello scorso mercato.
    Il mancato rinnovo a Zaniolo (scadenza 2024) quando invece Mancini che aveva la medesima scadenza è stato rinnovato fino al 2026 fa pensare che la Roma stia accompagnando alla porta Nicolò individuato come la maggiore plusvalenza ottenibile tra i giocatori in rosa.
    Per me è un errore privarsene ed è pure un’errore non rinnovare.
    Il rischio è che la Juve forte di un’accordo con il giocatore imponga le sue condizioni, sapendo che l’estate successiva lo potrebbe prendere ad un costo inferiore.
    Sarebbe stato più saggio rinnovare ora per avere più forza contrattuale, anche con la prospettiva di cederlo comunque nel prossimo mercato, anche perché le attuali prestazioni sottotono di Nicolò non possono fargli pretendere uno stipendio esagerato, sicuramente non uno superiore a quello di Pellegrini.

    • Vegemite, il problema è che Zaniolo vuole 5 milioni. Se la Roma glieli da, il monte ingaggi va fuori budget. Certo è un bel problema. Buona domenica.

    • Eliseo posso sbagliarmi ma se la Roma proponesse a Zaniolo (che guadagna ora 2.5 ml) lo stesso stipendio di Pellegrini (4 netti + bonus) il giocatore accetterebbe.
      Anche perché dopo esser stato fermo più di 1 anno lautamente pagato e dopo 2 miseri goal in campionato con quale faccia si potrebbe presentare a Pinto chiedendo 5 ml?
      Credo che la storia dei 5 ml faccia parte della macchina del fango che puntualmente si attiva verso quei giocatori in odore di cessione per renderli invisi alla tifoseria.
      Peraltro l’unico che guadagna di più di Pellegrini è Abraham (5 ml) ma che con decreto crescita costa molto meno alla società.

    • Pinto regalo’ giocatori con stipendi alti/altissimi per il loro rendimento (Lopez, Under, Kluivert, questo ultimo non proprio regalato) + piu Dzeko (dove c’era un gentleman’s agreement) e Pedro, che deludo’ parecchio l’anno scorso.
      Veretout e Cristante dovrebbero avere piu mercato e si potranno cedere “bene” come dici tu. Stesso discorso per Ibanez e/o Kumbulla se li vendiamo. Poi ci sono Shomodurov, El Sha e Perez che hanno giocato poco e niente. Vina che ha deluso pure.
      Non credo andare su parametri zero necessariamente dice che non ci sono soldi. Un parametro zero e sempre un’affare nel calcio di oggi.
      Insomma c’e tantissimo da fare. Speriamo bene.

  17. Mou vuole i tesori del lille e perché no i tesori del Liverpool, del city, del Bayern… ma per fare cosa ? Una domanda sorge spontanea possiamo chiamare calcio il gioco della Roma? Certo ci vorrebbe un certo impegno ed una fantasia senza limiti per poter pensarlo o soltanto immaginarlo.. per cortesia andare al canale 253 di Sky c’è il calcio in diretta ossia ZEMANLANDIA

    • Max 56, bisognerebbe anche fare l’elenco dei giocatori che ha avuto Zeman e quelli che ha avuto Mourinho….a parità di giocatori Il Maestro avrebbe vinto lo stesso, divertito di più, e seppellito di gol gli avversari…

  18. Xeka non lo conosco ma come ruolo e caratteristiche sembra uno buono.
    Con le conferme di Pellegrini e Bove, il riscatto di Oliveira, e il rinnovo di Miki servirebbero due centrocampisti se riusciamo a cedere Veretout e Cristante e piazzare da qualche parte Villar, Darboe e Diawara.
    Il problema sara’ Diawara che guadagna uno sproposito e pesa ancora sul bilancio. Probabile solo un prestito con diritto con contributo per l’ingaggio.
    Gli altri due li piazzi senza troppi problemi.

  19. Eliseo il problema non sussiste con Zaniolo,non gli dai un’euro di aumento e lo metti sul mercato….poi bisognerà farsene una ragione,ho visto uno dei migliori derby giocati dalla Roma,e Zaniolo non c’era….Ma con tutti i campioni che ha avuto la Roma in passato,ci stiamo creando dei problemi per questo che io reputo un mezzo giocatore, che ci porti 50 milioni sull’unghia e vada dove vuole….

  20. Oliveira da non riscattare nella maniera più assoluta e molto scarso ricordo panchinaro al porto, via i mercenari e scarsoni Cristante e soprattutto veretout.
    Lo stesso Mikytaryan a quel prezzo di ingaggio non mi convince

  21. Io Xeka lo conosco molto bene e ne avevo parlato in passato sperando che arrivasse alla Roma perché è un mediano naturale ma ha anche piedi buoni con l’unico grande neo, che però per me è anche un pregio per un’allenatore tipo Mou, che ha un caratterino molto pungente dove riprende anche i compagni se pensa stiano giocando male o stiano tirando i remi in barca. Ha una cattiveria agonistica che manca a questa squadra e quando giocava con Thiago Mendes, erano per la migliore coppia di centrocampisti della Ligue 1. La scorsa estate ha fatto vincere la Supercoppa di Francia, siglando la rete della vittoria contro il PSG, eletto migliore giocatori in campo. Quando il Lille viene travolto dal PSG (perdono 5-1 in casa) in campionato lui sta in panchina, e la partita dopo contro il Montpellier, stavolta gioca Xeka che segna e fa vincere fuoricasa per 1-0 il Lille. Da quella partita Xeka, nonostante il rifiuto di rinnovare e che va in scadenza questa estate le sta giocando tutte. Per me Xeka è il migliore centrocampista che il Lille ha perché spicca anche per personalità sopra tutti gli altri. Si è capito che è un calciatore imprescindibile per loro troppo tardivamente secondo me. Bene se lo prendiamo noi a zero.

    • Saverio preferisco anch’io Xeka a Sanches (che non vorrei per una serie di ragioni).
      Ma se Oliveira venisse riscattato e se prendessimo Xeka servirebbe comunque un terzo centrocampista in grado di mettere in panca uno dei due.
      A me piace da morire Mohamed Camara.

  22. Siamo a posto. Se oliveira sarà il titolare imprescindibile il prossimo anno, siamo proprio a posto. Mi verrebbe già di predire le solite mazzate stagionali (perché come faranno i Friedkin a rinforzare la Roma senza vendere sarà una impresa ardua), ma aspetterò la fine del mercato estivo, come ho fatto negli ultimi 3 anni. Sta a vedere che vinciamo la conference, 2 trofei già sono in bacheca………………………..

  23. Mohamed Camara però non è affatto semplice, è un calciatore della scuderia di Struth (uno super agente alla stregua dei vari Mendes, Raiola, Joorabchian, Ramadani, ecc.)
    Struth ha sempre avuto una linea preferenziale con il Bayern Monaco, quindi Camara è più probabile per via di alcuni intrecci che vada a finire lì.
    Al limite di puoi costruire una linea preferenziale se allora tratti anche per Julian Weigl del Benfica (suo altro assistito) e li firmi qualche mandato per qualche trasferimento a suo favore, ma qui ti vai a complicare la vita e non penso Mou accetti questi tipi di compromessi.
    Devì entrare insomma nel giro di Struth che tratta in genere solo con club tedeschi, olandesi ed inglesi, di sicuro pesti i piedi a qualcuno qui che poi ti crea qualche rogna su qualche cessione (lui è rivale in Olanda con Raiola che è accomunato con Riso, e Riso ora detiene una certa influenza avendo ottenuto anche il mandato per cedere Cristante, oltre a forse esserci in ballo una trattativa per Frattesi (rinnovo Mancini) e forse qualche operazione in uscita/prestito con il Sassuolo, Atalanta o le milanesi tramite Riso).
    Ci sono insomma degli equilibri purtroppo eppoi noi siamo ora anche nel giro di Jorge Mendes di cui potrebbe avere un contratto come consulente esterno per la Roma, quindi questa condizioni non la possiamo offrire a Struth. Per farti capire che il calcio è molto strutturato, per questo preferisco calciatori che hanno agenti piccoli perché altrimenti ti vai a cacciare in situazioni non semplici da gestire nel creare magari anche uno squadrone, ma se metti nel pollaio i calciatori di 4 procuratori big, ti vai a creare i sottogruppi che poi possono crearti disarmonia nello spogliatoio, soprattutto tra agenti rivali che ovviamente poi sono alcuni già in conflitto tra di loro. Per evitare questo scegli un solo procuratore “big” e prendi gli altri da agenti piccoli se possibile (perché oggi non averne nemmeno uno big di un certo spessore, per il meccanismo del calciomercato è pressoché impossibile).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome