Zago: “Marcos Leonardo uno dei migliori giovani che abbiamo. E’ forte in tutte le fasi, ma gli va dato tempo”

21
1348

NOTIZIE AS ROMA – L’ex difensore brasiliano, Antônio Carlos Zago, vincitore dello Scudetto nel 2001 con la Roma, ha rilasciato un’intervista all’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (M. Cecchini) dove ha detto la sua su Marcos Leonardo, attaccante classe 2003 in forza al Santos inseguito da Tiago Pinto in queste ore.

Zago, nella “sua” Roma ci si chiede se Marcos Leonardo sia veramente forte. Lei che dice?
“Dico che è uno dei migliori giovani che ha il Brasile in questo momento. Essere titolare nella Seleçao nel Mondiale Under 20 e vincere il titolo dei cannonieri non è poco. Credo che a Mourinho piacerà, perché è forte sia nella fese offensiva che in quella difensiva. Certo, è giovane e gli va dato tempo”.

Da Fabio Junior a Gabigol, sono stati diversi però gli attaccanti brasiliani che in Serie A non si sono imposti.
“Da quello che so, credo che Marcos Leonardo abbia una personalità diversa, un carattere più forte e un tipo di atteggiamento più professionale. E questo lo potrebbe aiutare a fare bene in fretta”.

Il suo amico Aldair dice che in certe cose gli ricorda Careca: vero?
“Possibile, ma sarebbe sbagliato mettergli una pressione del genere addosso. In Italia parlare di Careca è tanta roba. Penso che al ragazzo andrebbero dati sei mesi di tempo per ambientarsi, poi sono sicuro che farà bene. Ma dovrà essere la stessa società a proteggerlo dalla troppa fretta”.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteIntrigo Marcos Leonardo: la Roma insiste, Falcao si dimette
Articolo successivoMorata, più no che sì. Da Weghorst a Zapata, tutte le ipotesi per l’attaccante esperto

21 Commenti

    • Concordo, specialmente se al fonte battesimale c’è un certo Zenone della grande muraglia 😂😂😂😂
      Forza Roma

    • ha parlato lui che dopo mezza partita amichevole post allenamento ha già dato per bidone ndicka🤣🤣🤣 siamo alle comiche hahahaha

    • A Zeno Zago Aldair ,me vie da piagne se c’è ripenso ,non erano tanta roba ,pe superalli dovevi prende il mitra de bati ,avecceli oggi zio Patricio stava in porta con il sigaro e la sedia 😂😂

  1. lo stanno dicendo tutti che questo ragazzo avrà bisogno di tempo quindi il titolare chi sarà Belotti, nonno Arnautovic? siamo messi male

    • Nonno Arnautovic ha segnato 24 reti in un campionato e mezzo (molto più dei tanti decantati Morata e Thuram), in una squadra non trascendentale come il Bologna, magari arrivasse.

    • nonno Arnautovic se arriva e fa gli stessi gol che faceva nonno Dzeko alla stessa età lo porto io da Bologna a Roma….

  2. “Penso che al ragazzo andrebbero dati sei mesi di tempo per ambientarsi, “.

    Qui i nostri vengono bollati come pippe irrimediabili a una settimana sall’arrivo dopo mezzo tempo in un’amichevole estiva post-allenamento.

    • “ Qui i nostri vengono bollati come pippe irrimediabili a una settimana sall’arrivo dopo mezzo tempo in un’amichevole estiva post-allenamento.”

      Ah, ma quello si rimedia facilmente.
      Oggi basta dargli la fascia di capitano e poi possono anche fare 2-3 partite decenti in 5 anni e rimangono sempre i cocchi de mamma “nel bene e nel male”, perché una bella fetta di tifosi pensano che stiamo a gioca’ ai ragazzi della via Pal coi soldati semplici, i tenenti, e i capitani…
      Magari la stessa fetta di tifosi che scrive che Falcao
      è un “sorcio”, una cosa che nemmeno al laziale più demente verrebbe mai voglia di dire.
      Ma in questo sito si legge questo e altro e va bene tutto.
      La cosa più sensata che ho letto è papa max che se ne vuole andare schifato: lo seguo a ruota.
      Arriveduar….

  3. Mangiante non più di due giorni fa avevo descritto Marcos Leonardo come un calciatore che “non conosce il rientro” e ora Antonio Carlos Zago, uno che ha giocato svariate stagioni in Serie A e annovera quasi 40 presenze nella nazionale brasiliana, si permette di contraddirlo dicendo che è bravo sia nella fase offensiva che in quella difensiva…

    • Dici che ne capirà più un ex calciatore come Zago o un semplice appassionato come Mangiante? Ma poi dove sta scritto che un centravanti deve rientrare per forza?

    • @Giorgio Carpi (a proposito, complimenti per il Nick) ero assolutamente ironico… Mangiante se la può sognare la competenza calcistica di uno come Zago

      @Don quindi stai dando ragione a Mangiante???

  4. Giusto giustissimo bisogna dargli tempo e va aiutato dalla società ma prima di fare certi articoli bisogna prima comprare il giocatore secondo me

  5. se la Roma non lo comprerà ci saranno subito le vedove di Pallotta che diranno “questa società non è stata capace di prendere uno di 18 anni , friedkin caccia li sordi e comprace i campioni”.
    se invece dovesse arrivare e non si rivelerebbe quel giocatore che tutti ci auguriamo ,ci saranno quelli che diranno “con quei soldi dovevano comprare morata ,anzi scamacca,anzi no arnautovic,questi americani non spendono niente so proprio dei straccions”.
    qui purtroppo come ti muovi, ti muovi male .

  6. Dopo un tale investimento il tempo lo avrà di sicuro. Il messaggio più importante, trasversale a tutti gli ex Roma , è che è uno dei migliori prospetti del Brasile. Però c’è una condizione ineludibile: CHE ARRIVI!!!!

  7. Fatece na croce sopra. Vendono al Cessea il primo presidente degli Stati Uniti prendendo soldi contanti subito (tanto quelli possono spendere quello che gli pare visto che l’UEFA gli fa una pippa) e tanti saluti.

  8. Grande Terminator Zago !!!
    Marcos Leonardo l’ho visto giocare diverse volte, è forte sul serio, hanno ragione Zago ed Aldair.
    Lasciamo perdere Fabio Junior e Gabigol, Marcos Leonardo è più forte di loro, quando sono venuti in Italia, presi perché in Brasile segnavano, erano altri tempi ed il Brasilerao era diverso da oggi, recentemente gran parte delle partite del campionato brasiliano finiscono con under 2,5 ovvero con meno di 3 gol totali, spesso e volentieri prevalgono le difese, ci sono squadre che si mettono a fare il catenaccio e giocano anche all’italiana.
    Quando lì capitava segnassero anche specie di ex-giocatori era quando in Brasile si puntava tutto sul gioco spettacolare ed offensivo con difese spesso schierate in modo approssimativo, la maggior parte dei portieri, salvo qualche eccezione, erano dei “citofoni”.
    Gabigol ok, è più recente perché ancora gioca ed anzi segna col Flamengo nonostante il campionato lì sia cambiato ma perché è più maturo, però quando andò all’inda era quasi un decennio fa e la situazione era differente, non mi convinceva nonostante segnasse in Brasile, il Brasilerao era ancora un campionato dove si praticava quel gioco piuttosto offensivo con fasi difensive pessime.
    Marcos Leonardo a soli 20 anni è attualmente il miglior giocatore del campionato brasiliano in un contesto dove si gioca curando di più la fase difensiva rispetto a prima, ha scaltrezza e personalità, inoltre ha fatto la doppietta ad una difesa italiana, contro l’Italia U20 dimostrando così che può essere forte e diventare fortissimo anche nel nostro campionato.
    Viste certe premesse e l’età vantaggiosa, direi che Marcos Leonardo dovrebbe davvero essere una prima scelta da non farsi scappare e varrebbe seriamente la pena investirci su.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome