Zalewski, esordio al Mondiale: parte titolare con la Polonia, sostituito all’intervallo

25
941

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Esordio agrodolce di Zalewski a un campionato mondiale.

L’esterno giallorosso è infatti partito titolare nella partita tra la sua Polonia e il Messico, schierato largo a sinistra, ma non è riuscito a incidere nel match.

E così il suo ct ha deciso di lasciarlo negli spogliatoi all’intervallo, schierando al suo posto Bielik. 

Per la cronaca, la partita è poi terminata col punteggio di zero a zero. Da segnalare un rigore fallito da Lewandowski nella ripresa, la cui conclusione dal dischetto è stata respinta da Ochoa.

Articolo precedenteKarsdorp, messaggio alla Roma: non torna per un “malessere psicologico”. E il club giallorosso…
Articolo successivoSolbakken saluta il Bodo: “Il mio tempo qui sta per finire, grazie a chi ha reso possibile questa avventura”

25 Commenti

  1. Grossa involuzione di questo ragazzo che forse si è seduto sugli allori dopo la coppa di Tirana. Essere dei professionisti presuppone fare sacrifici enormi ogni giorno allenandosi duramente e facendo rinunce solo così si diventa campioni. Spero che Zalewski non si dimostri l’ennesimo fuoco di paglia.

    • Dopo Tirana si sono seduti in 25 ,allenatore compreso.
      Il problema è che dopo 4 giocate tecniche di numero nella capitale sono tutti Bruno Conti……..vedi Volpato ,Felix e tanti altri. Mediocri sono e mediocri restano ,il duro lavoro potrà aiutarli sempre che non vengano ricoperti d’oro prima…..

    • Io invece sono fiducioso: solitamente i processi di maturazione personale passano anche per dei periodi bui. Periodi che servono a metabolizzare i cambiamenti, spesso bruschi, che avvengono durante la vita.
      Zalewski ha “fatto il pieno” ultimamente, dagli esordi tra i professionisti del pallone alla morte del padre, passando per chissà cos’altro. Credo che un periodo di ebollizione interiore, che da fuori può essere scambiato per ciò che temi nel tuo post, sia più che naturale.

    • la partita l’hai vista ?

      io si, zalewski ha giocato un tempo senza lode e senza infamia, come tutta la Polonia, sicuro che non è stato il peggiore in campo.

      il cambio è stato tattico, l’ha tolto da 5′ ed è passato alla difesa a 4.

      cmq era l’esordio ad un mondiale, a 20 anni.

      teniamocelo stretto questo ragazzo.

      ❤️🧡💛👊

  2. Maluccio Nicola, né carne né pesce, come quello che vediamo nella Roma da un po’ di tempo, in netta crisi di identità.

  3. Involuzione? Ma dai su. Mi ricordate la sua età?e vi ricordate chi eravate alla sua età?
    Questo è un professionista esemplare, magari pure altri più pagati fossero così.
    Poi il mister è il primo che parla di squadra non scesa dal pullman di tirana.
    Però se lui che è un motivatore(per me anche un trainer,ma fate voi, guarda) non riesce a sbloccarli vuol dire che tale è il massimo che possono raggiungere.
    O no?
    In primis i senatori, manco a dirlo.

  4. Semplicemente penso che ci sia un rigetto causa ruolo che non riesce a far suo… Ricordiamo che lui nasce come trequartista o esterno di attacco…

    Continuo a vedere un talento sprecato a fare un ruolo che si vede lontano un miglio non essere suo ed era cosi anche l’anno scorso, ma l’entusiasmo del ragazzo nuovo era tanto e mitigava l’inedeguatezza ad un ruolo che si sposa poco con lui, tanto piu se li interpreta come un terzino e non come un esterno di sola spinta.

    • “causa ruolo che non riesce a far suo”

      Spero non sia quello il motivo.
      Secondo me a 19-20 anni, seconda stagione in serie A, ti devi levare dalla testa che ci sia un “ruolo tuo”. Te lo dice l’allenatore chi sei e come devi giocare.
      E questo e’ specialmente vero quando hai gia’ giocato tutta una stagione in quel ruolo e fatto molto bene.

    • Il secondo anno, quello della conferma, è sempre il più complicato. Vedi anche quello che sta passando Abraham.
      Si può anzi dire che se si supera l’ordalia del “secondo anno” il più è fatto.
      Ne ho visti tanti di giocatori scomparire dai radar dopo una stagione più che promettente al loro esordio.
      I motivi sono tanti, a partire dal fatto che gli avversari non ti sottovalutano più, a quello psicologico del sapere resistere alle pressioni e alle aspettative dopo un periodo sulle ali dell’entusiasmo e in cui nessuno si aspetta più di tanto da te, per cui tutto quello che arriva è tanto di guadagnato.
      Ovviamente è di grande importanza anche il contesto in cui ti esprimi: se sei Totti, emergi anche nella modesta Roma di Boskov e Mazzone, altrimenti è più dura.

  5. Pure Zielinski niente di che, e Zaniolo anche solito Nicolò con la Nazionale niente di diverso con la Roma.
    Ma continuano a direla colpa è di Mourinho…

    • Zaniolo punta non e’
      Zaniolo, mia opinione personale , io continuo a vederlo mezzala nel ruolo di Pellegrini, dietro le punte al servizio delle punte ( e a questo andrebbe allenato )
      A me paiono difficili da far coesistere insieme Pellegrini e Zaniolo

      Zalewski a me pare debba acquistare un poco di forza fisica
      Mi pare poi che l’anno scorso si giovasse delle traiettorie di Michi che dritto per dritto partiva da dietro verso l’area avversaria risucchiando il gioco dalla parte di Zalewski che dava appoggio e trovava spazio
      Ha comunque bisogno di un maestro di calcio E si torna sempre al punto

    • no non dire così, x alcuni i primavera nostri son tutti fenomeni..riccardi, felix, luca pellegrini, calafiori, darboe
      pensano tutti alla cantera del Barcellona

    • chi mette i non mi piace si merita una squadra con i giovani sopracitati
      e soprattutto guardatevi la primavera ed il calcio femminile.. perché i campioni sono altri

  6. Sinceramente un primo tempo brutto di tutta la Polonia e Zalewsky viene sacrificato per cambiare modulo nella ripresa.
    Nell’azione in cui intercetta un pallone e riparte tutta fascia si nota la differenza rispetto all’esplosività che aveva nel finale dello scorso anno.
    Zalewsky come tutta la Roma ha una condizione atletica non ottimale.

  7. Secondo me nella Roma c è ansua da prestazione diciamo malessere psicoanalitico cioè la psicoanalisi che potrebbe infatti inconsciamente da ansie nevrosi riconoscere realmente il propio io con pregi e difetti in modo volgare ik non hanno le palle l amore dello stadio infatti la squadra in casa è più goffa Mourinho incide fortemente vedi Lucas che dice sto bene se sei conscio di te reagisci e se sei un campione qui calcio ne esci fuori se no vai giù soffri le pressioni non radioni e giochi pure da infortunato non accetti la realtà ansia sale e sbagli tutto tipo Tammy Zaniolo eh ma ce ne sono tanti così e facendo cosi attivi una spirale a catena ce incide sul gruppo anche Dybala vorrebbe dare più assumendosi un peso morale più del dovuto.

  8. Comunque è una grande esperienza che fa alla sua età gli può fare solo bene e può dargli ancora maggiore sicurezza, sta giocando il mondiale il massimo per un calciatore

    • Dici a me? se si leggi bene ci sono vari fattori che incidono sulle prestazioni a livello psicologo la coppa lutti il non essere realmente
      consci di te stesso noi che li inalziamo a dei se per esempio karsdorp lo appelli traditore lui non lo accetta perchè so 5 anni lo scorso anno 60 partite ma che dici Mou incide pesantemente sulla mente se non ha come dice lui non accetti le critiche e riparti da campione di testa umiltà crolli a lui non importa che Belotti sbaglia rigore no ha avuto il coraggio di andare
      i giocatori so ricchi ma sini umani Belotti è un buon giocatore ma sente la pressione e la nostra passione gioca pressato spinazzola lo stesso vorrebbe fare ma non va è rimasto incosciamente bloccato al europeo e vorrebbe tornare subito e finisce con prestazioni opache stesso è successo a Florenzi…. insomma è psicanalisi freud questa aria porta a un spirale generale nel gruppo ce ne sono di così tutti bravi ragazzi per carità ma loro dicoono per esempio che non leggono ma lo fanno eccome sanno le cose che pensiamo.. entra Dybala e risuscitano più di cosi e anche lui sta entrando nel vortice si addossa responsabilità più di quelle che ha etc etc credo che Mou lo abbia capito da tempo chiedetolo a lui Tammy parla tra le righe lui è cosi per lui conta la testa non i moduli domani gioca ibaniez più dieci perchè vede che il ragazzo da tutto e lui ti da credito ma se lo tradisci non mi piace ma è così hai chiuso.

  9. LorySan hai pienamente ragione, facendolo giocare come adesso stiamo svilendo un potenziale campioncino, Purtroppo chi deve accorgersene è solo un “Motivatore” e oltretutto troppo impegnato ad autoassolversi e denigrare tutto il resto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome