ZALEWSKI: “Partita decisa dagli episodi. Il Feyenoord è alla nostra portata, possiamo arrivare in fondo alla competizione”

8
687

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Nicola Zalewski parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Feyenoord-Roma.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di Europa League appena conclusa al De Kuip di Rotterdam:

La partita?
“Abbiamo fatto una buona partita. Queste partite si decidono con gli episodi, oggi ce ne sono stati due: il loro gol e il nostro rigore sbagliato. Ci siamo già passati da queste sconfitte. Domenica abbiamo un’altra partita importante e da domani pensiamo all’Udinese”.

L’avversario è sembrato alla portata, il risultato è ribaltabile?
“Certo, sono alla nostra portata. Noi sappiamo di essere forti e di poter arrivare in fondo alla competizione. Tra una settimana ce la giocheremo in casa”.

Articolo precedenteMANCINI: “Siamo sereni e uniti, possiamo ribaltarla. L’errore di Pellegrini? I rigori bisogna avere la personalità di calciarli”
Articolo successivoMOURINHO: “Ottimista per la qualificazione, ma preoccupato per domenica. La crisi degli attaccanti? Non abbiamo Haaland…”

8 Commenti

    • credo che tu non abbia mai giocato a pallone dal commento, correggimi se sbaglio.

      classe 2002, 21 anni appena fatti, gioca da 2 in serie A e in Europa in un ruolo (terzino) che non ci incastra NULLA con il suo (trequartista).

      a 20 anni ha esordito ad un mondiale.

      ha già vinto una Coppa Europea da protagonista.

      questo TALENTO ha fatto anche troppo.

      occhio, poi lo prende una squadra che lo valorizza, allora tutti a piangere…

      ❤️🧡💛

    • ma quello talento, i talenti so camavinga, saka, touchameni, foden musiala, pedri, Gavi, wirtz, camavinga, alvarez e alcuni so pure più piccoli de lui, arriverà a 25 e sarà ancora giovane come pellegrini, ahahaha, questo se butta per terra e piange, non salta l uomo, non crossa e poi non fa vita d atleta, a me che mi frega che gioca fuori ruolo, gli manca molto per essere un giocatore discreto. p.s. si c ho giocato a pallone e se vede subito se uno c ha le potenzialità per essere calciatore, e questo non ne ha.

  1. Ma perché parlamo sempre?!
    Se poteva semplicemente di’: complimenti al Feyenoord per il bucio de oggi! Resta però un secondo tempo…
    Piuttosto che di che stamo a guarda’ ortre er Feyenoord!!!
    Eccheccaxx!
    FORZA ROMA

  2. Il gol che abbiamo preso è comunque colpa di Zalewski che come al solito da quella parte, capisco che non è il suo ruolo naturale, oltretutto la fascia dx è sbagliata per lui che è di fascia sx, si è fatto come accade spesso e volentieri saltare come un birillo e l’avversario ha potuto fare come gli pare fornendo l’assist vincente.
    La jella nera vera e propria è stata la traversa interna presa dalla Roma col pallone che è entrato in porta solo per metà e metà invece era sulla riga.
    Il rigore invece è stata tutt’altro che jella perché se dal dischetto ci va chi ha solo il 50% delle realizzazioni, c’è poco da fare nel senso che la probabilità di sbagliare il rigore è alta, diventa pari a quella di segnarlo ed una cosa simile non ce la possiamo permettere.
    Complessivamente la Roma ha dimostrato e dato la sensazione di essere più forte ed al ritorno si può ribaltare senz’altro.

  3. Questi giocatori parlano sempre a vanvera…
    Ancora non si sono imparati che le partite vanno prima giocate… poi sistematicamente fanno brutte figure …
    Il ritorno non sarà facile…
    Abbiamo attaccanti inesistenti ( non la krendono mai e non vedono la porta) e portiere ridicolo ( sempre fuori posizione e in ritardo)
    Quest’anno non mi ricordo una sola partita salvata da questo giocatore…
    Infatti è ultimo come Abraham nella classifica di rendimento…
    La verità vera è questa…
    La prima volta che ci capita un sorteggio sulla carta favorevole sistematicamente viene buttato sulle ortiche…
    Da tifoso mi auguro di passare il turno e faccio tutti gli scongiuri del caso…
    Troppe delusioni hanno funestato il mio cammino da tifoso…
    I giocatori dovrebbero prima fare il risultato e poi parlare…

  4. zalewski parla con l’incoscienza di chi è giovane, non gliene faccio una colpa, col tempo imparerà a dosare le parole; però da un suo errore è arrivato il gol, è un dato di fatto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome