ZANIOLO: “Con i tifosi della Roma ho un rapporto eccezionale. Il Leicester è forte, ma non abbiamo paura. Mou sa come vincere”

21
1354

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – In vista della semifinale d’andata di Conference League in casa del Leicester, in programma giovedì sera al King Power Stadium, Nicolò Zaniolo ha concesso un’intervista al sito dell’Uefa. Le sue dichiarazioni:

Riavvolgiamo il nastro e torniamo alla partita contro il Bodø, raccontaci i tuoi gol. Iniziamo con il primo.
“È stata la partita perfetta. Abbiamo fatto la fase difensiva e la fase offensiva in maniera eccezionale. Per quanto riguarda la tripletta sono molto felice perché ho aiutato la squadra a vincere la partita e passare il turno. Sul primo gol, nello specifico, quando vedi Lorenzo che ti guarda devi soltanto partire perché poi la palla ti arriva…”.

Sei partito anche qualche minuto dopo sul grande assist che ti ha servito Zalewski.
“Anche lì ‘Zale’ ha fatto una grandissima cosa, ha fatto la transizione offensiva perfetta: poi ho visto lo spazio alle spalle del difensore e mi ci sono buttato, devo dire che è stato bravissimo lui a dare la palla e bravo io a concludere”.

Bella la conclusione anche in occasione del 4-0, il tuo terzo gol personale.
“Sì, sapevamo che il Bodo sarebbe venuto con la linea difensiva alta e quindi ci lasciava molto spazio alle spalle. Quindi avevamo preparato durante l’allenamento ‘palla al terzino, poi scarico al centrocampista e lancio di prima in profondità’. Ed è venuta perfettamente!”

Era dal 23 gennaio che non segnavi, dalla partita contro l’Empoli: qual è la prima cosa che ti è passata per la mente quando hai segnato il primo gol?
“Non è mai stato la mia ossessione il gol, anche perché preferisco fare una grandissima prestazione e vincere la partita anche non segnando. Per fortuna sono riuscito a fare tre gol e ad aiutare la squadra, quindi sono ancora di più felice. Però non è mai stata una mia ossessione”.

È stata la tua prima tripletta nella Roma e anche la tua prima in carriera: l’avevi immaginata così?
“L’avevo sognata così! Non l’avevo immaginata. Stadio pieno, 65mila persone e quarti di finale di una coppa europea, partita decisiva dell’anno. Sì, l’avevo sognata così. Dico la verità, a inizio partita era difficile pensarlo, che potesse succedere, però alla fine ci sono riuscito e sono felicissimo”.

Calcisticamente parlando si può definire quella contro il Bodo la notte più bella della tua carriera ?
“Sì, direi che è stata una delle notti più belle della mia carriera. A partire dall’esordio al Bérnabeu, la doppietta contro il Porto e questa tripletta contro il Bodo sì, sono le tre notti più significative della mia breve carriera, fino ad ora. Anche perché si tratta di tre notti europee”.

José Mourinho: come è lavorare con lui, com’è il vostro il vostro rapporto e quali consigli ti dà?
“Mourinho è uno dei più forti allenatori al mondo! Ha inculcato a tutti l’arte del non mollare mai, dell’essere sempre sul pezzo, dell’unirci l’uno per l’altro per portare a casa i risultati. E speriamo di vincere qualcosa con lui. Dal primo giorno che ci siamo riuniti a Trigoria, abbiamo subito lavorato giorno dopo giorno e tassello dopo tassello per provare a fare qualcosa di importante quest’anno. Con il mister che sa come fare a vincere, penso che abbiamo più possibilità”.

La semifinale contro il Leicester: che tipo di impegno ti aspetti?
“È una semifinale europea. Il Leicester è una squadra forte. Corrono tanto, sono una squadra fisica, la classica squadra inglese. Noi però siamo forti, siamo la Roma, abbiamo dimostrato quest’anno di potercela giocare con tutte: non abbiamo paura, andiamo a giocarci la partita con le nostre carte e con i nostri mezzi”.

Che cosa significherebbe per te vincere un trofeo europeo?
“Sarebbe motivo di grande orgoglio, sarebbe un punto di partenza e non un punto d’arrivo. Per i tifosi significherebbe tantissimo, come per noi! 14 anni di attesa per un titolo sono un po’ troppo tempo. Quindi noi quest’anno ci proveremo a portarlo a casa. Per quanto riguarda il mio rapporto con i tifosi è sempre stato perfetto, eccezionale: sono sempre stati al mio fianco, anche nei momenti brutti degli infortuni. Forse lì ho ricevuto ancora più affetto rispetto a quando gioco: io i tifosi devo soltanto ringraziarli. Saranno sempre nel mio cuore”.

Articolo precedenteABRAHAM: “Mou è una boccata d’aria fresca, sa davvero guidare una squadra. Il Leicester? Dobbiamo solo credere in noi stessi”
Articolo successivoTOTTI: “Zaniolo deve crescere con serenità. Ho sempre detto che Pellegrini era il capitano del futuro. Il mio ritorno? Sono solo tifoso”

21 Commenti

    • Una grande squadra si costruisce intorno a giocatori forti.
      Non si fa vendendo i migliori.
      Nicolò non si deve muovere.

    • Bravo Merlino59, Zaniolo per tutto quello che ha subito, va solo che ha aspettato, ma ha già fatto intravedere tutto, da quello che leggo è qui con noi, anima e CORPO, ho un sogno ZANIOLO – ABRAHAM – DYBALA, allora si…. 💛🧡❤️

    • Come no: “io i tifosi devo soltanto ringraziarli. Saranno sempre nel mio cuore”.

      “Zaniolo saluta i tifosi giallorossi: valigie pronte per Torino”.

  1. Zaniolo deve rimanere a ROMA! Capito friedkin?? Non scherziamo nemmeno.
    Abraham, zaniolo,pellegrini, miky,patricio,zalewksky,spinazzola, smalling ripartire da questi titolari.
    Panchina per cristante,ibanez,bove, karsdopp,kumbulla,shomu,mancini
    Vendere subito
    Vina,veretout
    Comprare 2/3 giocatori forti titolari

    Patricio
    Terzino
    Spinazzola
    Difensore
    Smalling
    Centrocampista
    Centrocampista
    Miky
    Pellegrini
    Abraham
    Zaniolo

    Forza ROMA

    • Concordo in pieno pure sulla panchina; giustissimo ci vogliono un forte difensore e, in particolare, i 2 centrocampisti titolari mentre per le cessioni aggiungerei ovviamente Diawara, e uno tra Carles Perez ed Elsha nonchè definitivamente i vari Under, Kluiìvert, Pau Lopez. Un salutone. A proposito notizie dei noti pallottari, monchiani, pseudo commercialisti focenensi? spariti da quando è arrivato Friedkin e ancor più un certo Mou……. non Difra e Fonseca.

  2. DAJE Nicolò, fai vede a tutti quanto sei forte! Dopo due infortuni come i tuo,i c’è voluto tempo pe rivedette gonfia’ la rete a modo tuo!! Adesso però devi fa’ i goals più importanti: quelli che ce porteno in finale!!!

  3. Grande Nicolò 💛❤️…..

    Tanto domani gli scrivani…. Diranno….

    Zaniolo 💛❤️vuole lasciare la ROMA 💛❤️da vincente…..

  4. Se volessimo fare dietrologia…cosa che ci piace tanto…”saranno sempre nel mio cuore” è una frase che si pronuncia prima di un addio. Ma probabilmente nemmeno Zaniolo stesso avrà colto questa sfumatura…

    • L’hai detto tu…io non volevo, ma ho pensato la stessa cosa, porca miseria.
      E ovviamente conto sulle tue stesse conclusioni…

    • Chico, “dietrologia” la fanno quelli che je piace mettese a 90°… e te dici che te piace pure “tanto”. Forse per questo l’hai interpretate così le parole der poro Zaniolo, che secondo me dopo una tripletta omaggia solo i tifosi. Tutto qui. Sto ragazzo non po’ di’ più “a” che arrivano subito i dietrologi, i tuttologi, i podologi e gli astrologi. Rimane alla Roma: punto. Rilassateve.

  5. È in fuoriclasse non ci sono dubbi uno che mette apprensione agli avversari sempre e questa è un arma ,ogni volta che ha la palla nel bene e nel male crea scompiglio.io lo darei via solo se mi offrissero dai 100 in su e forse ne parliamo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome