Zazzaroni: “Voglio quello che Gasperini dà ai suoi calciatori all’intervallo”

35
3950

ALTRE NOTIZIE – Il direttore del Corriere dello Sport, Ivan Zazzaroni, getta dubbi sulla straordinaria condizione fisica dell’Atalanta in un suo commento apparso oggi sulle colonne del quotidiano sportivo romano.

“Voglio quello che Gasperini dà ai suoi all’intervallo, e non è il tè caldo di Caressa. Noccioline di Superpippo? Spinaci di Braccio di Ferro?”, le parole di Zazzaroni apparse oggi sul Corriere dello Sport. In questa ripresa del campionato la squadra bergamasca ha mostrato un approccio decisamente superiore al resto delle altre squadre di A specialmente dopo gli intervalli.

“Impressionanti per facilità di corsa, rapidità nelle ripartenze, precisione e crudeltà anche i secondi tempi con Sassuolo, Lazio, Udinese e Napoli: da quando è ricominciato il campionato l’Atalanta ha ottenuto 12 punti su 12 e segnato 12 volte, aggiustando il risultato sempre dal 45esimo in avanti”, il pensiero di Zazzaroni che di certo avrà strascichi polemici.

Fonte: Corriere dello Sport

35 Commenti

  1. Le cose sono due, o si sono allenati a sfondarsi in questi mesi senza mai mollare e quindi per loro il fermo non c’è mai stato oppure si dopano. Terza possibilità entrambe le cose e quindi sono adesso su un altro pianeta.
    C’è chi fa del calcio la sua vita e la prende forse come una missione, come uno stile di vita e c’è chi lo vede semplicement come un lavoro come tanti ed in questo c’è molta differenza.

    • ok l’allenamento ma in tutte le famiglie ci sono le mele marce, qui no.. tutti corrono come pazzi non hanno mai flessioni..è tutto molto sospetto.. visto anche il decorso post atalanta di tutti quelli passati da zingonia

    • ..durante il lockdown, sopratutto a bergamo, dubito abbiano potuto continuare ad allenarsi in maniera STANDARD..

    • Tra la Roma e l’Atalanta la differenza la fanno i veri uomini e l’abnegazione al lavoro, cose rare a Trigoria.

    • Gladio, posso spiegartelo io se vuoi. Ho praticato diversi sport a livello agonistico: calcio, boxe, muay thai, MMA.
      I calciatori in italia si allenano poco fisicamente, spesso con poca intensità. Quando sono passato dal calcio alla boxe, ero convinto di esser pronto fisicamente. Il primo giorno di pugilato ero stremato.
      Perché? Perché sono sport in cui gli atleti si allenano con una intensità diversa. Maggiore. Io non ho difficoltà a dirti che un atleta, a livello amatoriale, di pugilato, si allena di più dei calciatori di serie A: 3 ore al giorno per 5/6 giorni a settimana. Un calciatore non si allena così.
      Aggiungo: in italia non c’è una cultura sportiva del lavoro.

      Gli allenamenti dell’atalanta sono molto intensi. Davvero molto.

      Prima di parlare di queste cose, farei attenzione.

  2. Ma caro Zazza’, la tua lazie non ha vinto 2 partite in cui perdeva dopo il primo tempo? Che gli ha dato Inzaghi? La caciotta fotonica de Formello?

    • Ahahahahah con la caciotta fotonica di Formello mi hai ucciso calcola; comunque tornando seri fra l’Atalanta e i ragassi di Simone c’è una bella differenza: la Lazie ha vinto annaspando e anche tanto con 2 squadre in disarmo come Torino e Fiorentina mentre l’Atalanta ha schiantato proprio la Lazio, Napoli, Sassuolo e Udinese facendo, sempre dei secondi tempi spettacolari, con l’eccezione della partita col Sassuolo visto che a fine primo tempo stavano già 3-0, poi aggiungi il fatto che le squadre affrontate dall’Atalanta sono tutte squadre vive e che stanno vivendo un buon periodo di forma. Quindi mi sembra pacifico che Zazzaroni possa avere quantomeno il dubbio, e non è l’unico, anche se personalmente non penso che ci sia niente di losco sotto visto che anche quando stava al Genoa i giocatori di Gasperini correvano come disperati anche Perotti che è uno che a Roma, ma non solo, ha avuto una fracca di noie fisiche

    • @@@ se non sbaglio “fracca” si dice a Bologna e in Romagna in generale, Sbaglio?
      @@ traduzione “un sacco”
      Un saluto Black👋

      FRS

    • @Mark Black pensa che giusto ieri un mio amico tifosissimo del Genoa mi diceva. “certo che all’Atalanta qualcosa gli danno perché io i giocatori del Genoa di Gasperini correre così come corrono anche la partita peggiore quelli dell’atalanta non li ho mai visti manco per una mezza partita!!!”. Questoora che ha guardato tutte le partite dell’Atalanta dopo la ripresa, prima era scettico sul discorso ma ora dopo averli visti in queste partite ha cambiato idea e mi ha detto quello che ho scritto sopra. Per conto mio le squadre che in passato correvano a 3000 e avevano “consulenti chiacchiarati” poi andati via i consulenti sono ritornate “normali” (parlo di una certa juve, di una certa atalanta, di diversi empoli, una certa udinese, un certo catania)

  3. Per carità,
    oltre a correre giocano bene, e per quello non ti puoi dopare.
    Certo che se arrivi sempre prima sulla palla, se raddoppi per 90 minuti, se ti basta lanciare perchè sai che il tuo attaccante sarà più veloce, è anche più facile giocare bene.
    Quello che mi sorprende è che quando lasciano l’Atalanta il rendimento DI TUTTI crolla clamorosamente,
    sia che vadano al Milan, all’Inter, alla Roma o alla Spal.
    In compenso, scarti come Toloi, Ilicic o Zapata a Bergamo rifioriscano. Ilicic a 32 anni corre più di quanto faceva 10 anni fa a Palermo.

    Penso a Kessie, Gagliardini, Cristante, Mancini, Spinazzola, Conti, Gradara.
    E penso che Hateboer l’hanno preso dal Groningen, Gosens giocava nell’Heracles Almelo, De Roon stava all’Heerenven, Djimsiti svincolato, Kessie preso direttamente dalla Stella Club d’Adjamé, squadra della Costa d’Avorio.

    Diciamo che sono tutti casi abbastanza particolari.
    Poi per carità, alla Juve Delpiero e Vialli erano diventati Hulk mica perchè si bombavano, no era la cucina piemontese…. ma alla Juve sono brutti e cattivi, figurati se farebbero mai una cosa del genere a Bergamo.

    • Adiba,
      al Cesena andò in prestito 6 mesi dall’Atalanta.
      Basta controllare.
      L’Atalanta non aveva più slot per extracomunitari.

      Mario, se fai il paragone con i nostri di questo mese sono dopato anche io che vado per i 50.
      Il problema non è che i bergamaschi corrano di più, è che corrono tutto il tempo il doppio degli altri.

      Stefano, io non sto dicendo che si dopano, immagino ci siano anche controlli mirati,
      sto solo dicendo che hanno una tenuta atletica incredibile, ma solo finchè giocano lì-
      Quando vanno in altre squadre, rendono molto molto meno. Tutti.
      Passi per Roma dove non si allenano. Ma Milano? Torino? Napoli?
      Tra l’altro il loro preparatore atletico è Borelli. Fu l’artefice della promozione del Crotone in A.
      Prese il Crotone in C e lo portò in serie A con un giovane tecnico.
      Tale Gasperini (2004).
      Ci resta fino al 2017, concludendo il 2016 con la storica promozione in Serie A e il 2017 con una salvezza su cui nessuno avrebbe scommesso 1 €.
      E anche qui succede qualcosa di incredibile: il Crotone nelle prime 19 partite fa 9 punti.
      Nel girone di ritorno si trasforma, cominciano tutti a correre come dannati, e ne fanno 25.
      Record di differenza tra i due gironi nella storia del calcio.

      Solo che a quel punto Borelli lascia e raggiunge Gasperini a Bergamo.
      L’Atalanta comincia la storia che conosciamo. E non si ferma più.

      Oh, lassamo perde Cavani, Pedro, Smalling, vennemose tutti, e pijamose Borelli no?

  4. @Anto…..non per niente vi riporto un Twett fatto mesi da Maurizio Pistocchi…..poi capite che sono belli che dopati
    Si tratta di Maurizio Pistocchi che nel fare i complimenti agli orobici sottolinea un aspetto facendo implicite allusioni al fatto che il preparatore atletico era il guru della Juve dal 1999 al 2004, anni chiacchierati per la “fisicità” e la tenuta atletica dei bianconeri.

    IL TWEET – Pistocchi scrive: “Complimenti all’Atalanta: gioca e corre per 90’. Il segreto della sua invidiabile condizione atletica si chiama Jens Bangsbo, guru danese già alla Juventus di Moggi e Lippi: da quando Gasperini l’ha voluto a Zingonia, l’Atalanta vola”.

  5. Kessie preso direttamente dalla Stella Club d’Adjamé, squadra della Costa d’Avorio….
    buscIa

    kessie stava al cesena

  6. Caro Anto, io non so se quelli dell’Atalanta si dopano (e non credo) pero’ alla luce delle ultime, anche il Milan e l’ Udinese correvano il doppio di noi. Come la mettiamo? Alla luce dei vari risultati, io vedo che tutte le altre squadre corrono come matti, allora si fa presto a trarre le conclusioni.

  7. Anche Zeman che aveva lanciato delle insinuazioni in merito ha dovuto rettificare il tiro, dicendo che in realta’ le prestazioni dell’ Atalanta sono solo il frutto di duri allenamenti,e che lui ha avuto. assicurazioni in merito da fonti a lui conosciute provenienti da Bergamo.Adesso se ne esce Zazzaroni, con le stesse illazioni, evidentemente i bergamaschi cominciano a dare fastidio,e le loro prestazioni specie nei secondi tempi sono inarrivabili! Non oso pensare se invece dell’ Udinese c’era l’ Atalanta che sarebbe successo all’olimpico! In ultima analisi direi che l’ Atalanta e’ uno stimolo per le altre squadre,e un’ invito da prendere per esempio per allenarsi meglio e di piu’,e questa e’ la migliore ricetta per ottenere dei risultati ,oggi prima bisogna essere atleti e poi giocatori di calcio, poi e’ chiaro che se non sei nessuna di queste due categorie come purtroppo qualcuno dei nostri be’ allora…..

  8. Sarà anche un soggetto ma qualcosa di strano secondo me c’è davvero. Come tutti gli essere umani anche i giocatori si sono dovuti fermare a causa lock down. Solo, e sottolineo solo, l’Atalanta sembra non aver risentito assolutamente di questo. Nella città in cui più di tutte si avvertito. Nei primi tempi delle partite con qui giocate il gran gioco di Gasperini non si è mai visto, la grande Atalanta è sempre venuta fuori quando gli altri sono crollati. E non credo che le restanti 19 squadre abbiano staff costituiti da dilettanti. Consentitemi di dubitare

    • Già, e lasciami aggiungre un’altra cosetta. In tutti gli sport agonistici, per non dire in tutte le competizioni della vita, quando qualcuno scopre qualcosa di nuovo e utile, tutti si precipitano a copiare. In F1 se uno scopre che un alettone fatto in un certo modo da’ vantaggi, tutti lo copiano. Quando nel tennis qualcuno ha scoperto che il rovescio a due mani era più efficace, tutti lo hanno fatto. Non dico Guardiola o Klopp, ma perché un Semplici o un Mazzarri qualunque non potrebbero copiare i metodi di Gasperini? Non vorrei alimentare la cultura del sospetto, non saprei dire cosa, ma secondo me qualcosa sotto c’è.

  9. Mi sembra che i cazzialotti abbiano 8 punti in più dell’Atalanta. Tecnicamente non mi sembrano superiori, anzi. Quindi?

  10. Sono straconvinto che cè qualcosa sotto…corrono come bestie nessuna squadra al.mondo….è sottolineo….al mondo corre così come loro nonostante questo periodo di stare fermi…così com’è stato calciopoli….cè anche questo dopaggio sono certo ….riflettici!!!

  11. C’è l’antidoping nella speranza che stavolta funzioni non come allora, se sbagliano, devono essere squalificati per anni

  12. …si oh, magari sarà come dice lo scienziato de Zazzaroni…però stiamo parlando de na squadra 4 in classifica mica so primi co trenta punti de distacco…rosicare un po meno please

  13. Primo di parlare o scrivere bisognerebbe informarsi. L’Atalanta è la nona squadra che corre di più in serie A e la Roma è ottava.. Semplicemente i brrgamaschi corrono meglio. Altre statistiche interessanti, la Roma è la squadra che batte più corner e che va meno in fuorigioco ed allora penso che giochiamo troppo in orizzontale e quindi le nostre avversarie si compattano in difesa, non troviamo sbocchi e nascono tanti corner e verticalizzando poco andiamo poche volte in fuorigioco. Dando il tempo alle avversarie di compattarsi siamo spesso costretti a passare all’indietro e prima o poi sbagli il passaggio e prendi il gol scoperto…

    • Secondo me i bergamasch non è che corrono meglio, e che corrono più veloci. Il che fa tutta la differenza del mondo. Quando non riescono a correre alla velocità doppia degli avversari se va bene pareggiano!

    • Infatti prima di tirar fuori caxxate sarebbe meglio leggere le statistiche. Addirittura la Roma sembrerebbe correre più dell’Atalanta! Che è appunto nona nella classifica. A livello di giocatori, quello che corre di più nella squadra di Gasp è De Roon al 41° posto nella graduatoria.
      L’Atalanta è però prima per gol segnati, tiri e assist. Quindi giocano meglio, corrono meglio. Ma i falliti ballottesi hanno bisogno di qualsiasi scusa per difendere lo scempio del padrone.

  14. Non c’è alcun dubbio che Bergamo non offra le “distrazioni” di Roma, che l’Atalanta giochi bene dando spettacolo, che abbia dei meccanismi perfetti tanto da sembrare una squadra di altro pianeta anche sotto il profilo dell’organizzazione di gioco oltre che del rendimento costante, che Gasperini sia la persona ad hoc per quella società, però certo, o la società ha dei maghi in tutti i settori(preparatori, nutrizionisti e tutto il contorno di eccellenza), talent scout capaci di scovare e prendere con due soldi geni incompresi o talenti ancora non scoperti, oppure, come diceva un uomo di grande intelletto “a pensar male si fa peccato ma a volte ci si prende”………

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome