CALCIOMERCATO ROMA LIVE – Tutto il mercato giallorosso minuto per minuto

51
1093

CALCIOMERCATO ROMA MINUTO PER MINUTO Tutte le notizie di mercato aggiornate in tempo reale di questo martedì 25 giugno 2024 sotto forma di “brevissima”, che interessano direttamente o indirettamente la Roma.

Una rubrica speciale offerta da Giallorossi.net ai suoi lettori, per restare comodamente aggiornati su tutti gli sviluppi del calciomercato giallorosso.

Le ultimissime in tempo reale: 

Ore 19:50 – KONE’, SCATTO DEL MARSIGLIA – Nelle ultime ore il Marsiglia si è avvicinato molto alle richieste del Watford per Ismael Konè (21), centrocampista che piace anche alla Roma: per Roberto De Zerbi è una priorità. (Relevo.com)

Ore 19:00 – UFFICIALE IL RINNOVO DI DE ROSSI La Roma ufficializza il rinnovo di contratto di Daniele De Rossi fino al 2027 con un comunicato…VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

Ore 18:25 – BELOTTI AL COMO, E’ UFFICIALEAndrea Belotti (30) si trasferisce a titolo definitivo al Como: c’è l’annuncio della Roma con un comunicato…VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

Ore 15:00 – RODRIGUEZ E MIRANDA LASCIANO IL BETIS – Sia Guido Rodriguez (30), centrocampista argentino, che Juan Miranda (24), terzino sinistro spagnolo, lasceranno a parametro zero il Betis. Entrambi hanno rifiutato il rinnovo di contratto proposto dal club di Siviglia. Lo scrive Fabrizio Romano su X. Tutti e due sono stati accostati alla Roma nelle ultime ore.

Ore 14:35 – IL FENERBAHCE DI MOURINHO VUOLE BOVE – Josè Mourinho ha chiesto al Fenerbahce di portare Edoardo Bove (22) in Turchia…VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

Ore 12:30 – MORATA TRA ROMA E JUVE, MA L’ATLETICO LO BLOCCA – Alvaro Morata (31) è nel mirino della Roma e della Juventus. Ma Enrique Cerezo, presidente dell’Atletico, frena: “Penso che la questione di Alvaro Morata non presenti problemi. È un giocatore magnifico, il numero nove della Nazionale spagnola ed è un elemento fondamentale della nostra squadra. Penso che continuerà a essere un giocatore dell‘Atletico Madrid“. (AS / Corriere della Sera)

Ore 12:00 – JONATHAN DAVID NEL MIRINO DELLO UNITED – Jonathan David (24), attaccante del Lille che era stato avvicinato con insistenza alla Roma, è nel mirino dei club inglesi: West Ham ma soprattutto Manchester United sono seriamente interessati all’attaccante francese. (Sky Sports)

Ore 11:20 – QATAR E ARABIA SI CONTENDONO AOUAR – Sono arrivate ben due offerte sopra i 10 milioni di euro per Houssem Aouar (25), una dall’Al Saad e l’altra da un club saudita…VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

Ore 10:35 – DANIEL MALDINI AL MONZA A PARAMETRO ZERO –  Daniel Maldini (22) passa al Monza a parametro zero: l’attaccante non ha rinnovato il suo contratto col Milan in scadenza il prossimo 30 giugno ed è pronto a firmare con il club biancorosso. L’attaccante era stato accostato anche alla Roma. (Sky Sport)

Ore 10:05 – BELOTTI AL COMO, OGGI LE VISITE MEDICHE –  Andrea Belotti (30) sta per diventare un giocatore del Como: attese per oggi le visite mediche dell’attaccante, che poi firmerà per il club lombardo. Alla Roma 5 milioni di euro, bonus compresi. (Tmw.com)

Ore 9:30 – MIRANDA OFFERTO ALLA ROMA – Il terzino sinistro spagnolo del Betis Siviglia, Juan Miranda (24), sarebbe stato offerto alla Roma a parametro zero. In scadenza il prossimo primo luglio, il classe 2000, ha collezionato in stagione 32 presenze, condite da due gol e due assist.

Ore 9:00 – AVANZA KONE’ PER LA MEDIANA – Viste le difficoltà per Thuram, la Roma, oltre a Cardoso, sta tenendo d’occhio Ismael Konè (22) che si sta mettendo in mostra in Copa America con la maglia del Canada. Costa 15 milioni. (Corsport / Leggo)

Ore 8:20 – ZALEWSKI PER BELLANOVA, AFFARE CALDO – Sta prendendo sempre più corpo l’ipotesi di uno scambio tra Roma e Torino con Nicola Zalewski (22) verso i granata e Raoul Bellanova (24) in direzione Trigoria. I giallorossi dovrebbero versare anche un conguaglio…VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

Ore 7:00 – SMALLING BLOCCA HUMMELS – Nessuna offerta al momento per Chris Smalling (34) che dunque blocca l’arrivo di Mats Hummels (35). Il tedesco però non aspetterà ancora a lungo…VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

IN AGGIORNAMENTO…

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteUFFICIALE: Belotti si trasferisce al Como a titolo definitivo (COMUNICATO AS ROMA)
Articolo successivoUFFICIALE: Daniele De Rossi rinnova con la Roma fino al 2027. L’allenatore: “Grazie della fiducia, non vedo l’ora di ricominciare” (COMUNICATO)

51 Commenti

  1. Scusate ho postato sotto l’articolo sbagliato:

    Ieri alcuni frequentatori del sito mi hanno accusato di essere un tifoso dei Friedkin anzichè della Roma, che dopo 45 anni di tifo mi sembra un’affermazione abbastanza ridicola, ma tantè.
    Io cerco solo di essere razionale. EH MA IL TIFO NON E’ RAZIONALE!!!
    Ok, allora diciamo che questi ci devono portare Mbappe e Haaland altrimenti via, a casa!
    Eh beh no, nessuno chiede tanto.
    A posto, quindi la razionalità ci vuole?

    Riepto: se domani viene uno sceicco che vuole spedenre 1 miliardo all’anno io sono felicissimo, porto io i Friedkin all’aeroporto, mi metto anche in thawb per un mese!!!
    Nel frattempo,
    dire via i Friedkin senza indicare un’alternativa plausibile mi pare ridicolo, tutto qui.
    Eh ma se la mettessero in vendita ci sarebbe la file.
    Certo, s’è visto con Pallotta. E comunque se viveste nel mondo reale sapreste che
    tutte le società in mando a investitori (e i Friedkin quello sono) sono appunto in vendita
    in quanto investimento. Ma penso che i Friedkin possano mangiare tranquilli….

    E quindi sarei felice e soddisfatto?
    Ma proprio no.
    Però per me la responsabilità è in primis di quegli smidollati che vanno in campo,
    che hanno uno stipendio da squadra di Champions e non ci vanno da 6 anni.
    Poi di chi li ha scelti, alcuni pagandoli anche parecchio.
    Poi al limite anche di chi li fa giocare negando l’evidenza, ma qui riconosco che
    se non ci sono laternative c’è poco da fare.

    Mentre qui Pellegrini è un campione, Spinazzola e Zalewski due incompresi,
    pure i primavera sono Messi in erba, poi però i risultati non arrivano.

    E di chi è la colpa? Di quelli che hanno messo quasi 1 miliardo in 4 anni.
    C’è anche qualche genio della Finanza che parla di prestiti da soci come se in
    quel caso si usassero i soldi del monopoli.
    E comunque io ancora aspetto fiducioso di capire che alternative avremmo.
    “FACCIAMO UNA CONTESTAZIONE A TRIGORIA, come ai tempi di Viola e Sensi”.
    Bello… Peccato che penso che a due californiani che vivono in Texas e hanno interessi in 41 paesi del mondo di 100 scalmanati che si affollano davanti ai cancelli di Trigoria possa
    importare quanto a noi della riunione annuale dei viticoltori del Montana.
    Quelli di Sensi, e ancora di più quelli di Viola, erano altri tempi, non ha proprio senso fare paragoni. Anche perchè prendere la Rosa dello scudetto della Roma, guardate il monte stipendi, attualizzatelo ai valori odierni, e vedrete che sorpresa.

    I Friedkin hanno sbagliato qualcosa?
    sì, Pinto non s’è dimostrato all’altezza alla fine, la gestione di Mourinho del terzo anno non è stata adeguata, puntare su un tecnico esordiente è comunque un rischio che andrà valutato tra qualche mese.
    Ma tutti gli altri errori non dipendono da loro.
    E se c’è una lista di gente da criticare, loro non sono tra i primi 30.
    Tutto qui.

    • Anto continui a sbagliare le premesse e le conclusioni non possono che essere errate.
      “In primis la responsabilità è degli smidollati che vanno in campo”.
      No mi spiace partiamo male.
      La responsabilità è della Presidenza che presa una squadra per vincere (ma era questo l’obiettivo?) prende il migliore Direttore sportivo su piazza in Italia, gli assegna un budget, rinnova lo scouting ed i preparatori, gli dice di individuare un allenatore che sappia valorizzare i giocatori acquistati e poi giudica il risultato di DS allenatore e giocatori.
      La Presidenza ha fatto esattamente il contrario.
      Ha preso un DG/DS giovane con poca esperienza, ha preso un allenatore con un nome di richiamo e poi gli ha dato un budget per comprare giovani di belle speranze la cui gestione non era il punto di forza dell’allenatore.
      Perché lo ha fatto?
      Perché il DS italiano non avrebbe accettato con quel budget ed ha pagato Mou per fare da richiamo e lui (a differenza di Conte e Gaspe che non credevano, a ragione, alla serietà del progetto USA) ha accettato (7 mln a stagione era una valida ragione) salvo essere scaricato quando anche lui si è rotto di fare il parafulmine ed ha chiesti più risorse.
      Ricordo che Pinto si è dimesso, come Monchi, e non è stato cacciato (a differenza di Difra e Mou a dimostrazione che il loro lavoro era apprezzato e condiviso con le rispettive Presidenze.
      “Facciamo la contestazione a Trigoria” qui non si chiede quel tipo di protesta ormai superata e che si presta ad essere strumentalizzata (basta qualche violento). Posto che i Friedkin vogliono fare soldi devi colpirli su quel campo se vuoi provocare una reazione.
      Se tu gli fai trovare il prossimo anno lo stadio riempito al 50-70% rispetto all’anno precedente (e gli sponsor e le tv questa cosa la notano fidati) fai capire che i tifosi chiedono maggiori investimenti (personalmente proponevo il mancato rinnovo almeno nella prima fase). Se tu rinnovi come lo dovrebbero interpretare? Se i romanisti va bene arrivare quinti o sesti perché devo mettere più soldi?
      Mi spiace ma il pesce puzza dalla testa ed i Friedkin nei fatti hanno dimostrato che loro hanno preso la Roma come testa di ponte in Italia per fare affari nella immobiliare ed hanno intenzione di gestirla al minimo costo (per non farla fallire) il tempo sufficiente a realizzare i loro progetti NON sportivi.
      Stanno sfruttando il troppo amore.
      Dobbiamo pretendere che mettano di più.. la gestione al minimo non la vogliamo..

    • vai tranquillo Anto, chi sa come funziona il mondo e ha aperto un paio di libri conosce benissimo la situazione della Roma, chi invece non ha nemmeno la terza media chiederà di spendere mille miliardi per i gambioni

    • Asterix,
      continui a chiedere Babbo Natale.
      Questa formula: ” il migliore Direttore sportivo su piazza in Italia, gli assegna un budget, rinnova lo scouting ed i preparatori, gli dice di individuare un allenatore che sappia valorizzare i giocatori acquistati ” è una bella cosa ma vorrei sapere chi mai l’ha realizzata.
      L’Atalanta? Bene, ti informo che l’Atalanta ci ha messo 10 anni per vincere qualcosa, di cui 8 con lo stesso allenatore. Se ti piace quella formula, ne riparliamo tra 4 anni allora.

      Il minimo costo al momento è 1 miliardo in 4 anni,
      in compenso magari se gli fai trovare lo stadio vuoto ti cedono al primo consorzio
      alla Ciarrapico e tra 3 anni siamo a lottare con Torino e Genoa.
      Tu continui a scordare che i Friedkin hanno reso una squadra seppellita dai debiti,
      e hanno già investito una montagna irrazionale di soldi in una realtà
      che gli crea casini per costruire stadi mentre all’estero troverebbero tappeti rossi.

      Poi tu puoi pretendere cosa vuoi,
      ma contiuano davvero a sfuggirmi le alternative.
      Una curiosità, ma tu dei nostri giocatori, capitano con mentalità in primis, cosa pensi?

    • Anto io credo che i Friedkin se acquisteranno l’Everton capiranno la differenza tra i tifosi inglesi e noi e sposteranno risorse dall’Italia alla Premier per evitare contestazioni molto meno civili a Liverpool..
      I Friedkin non sono benefattori.. se hanno preso dalla famosa Banca (dietro Pallotta) la società è perché la Banca li ha fatti entrare su affari molto più redditizi del calcio.
      Io registro che Pallotta quando entrò con un investimento iniziale ci assicurò il secondo posto e da allora siamo scesi fino al sesto posto (superati dal progetto Inter, Milan, Napoli, Atalanta ed ora anche Bologna).
      Lo dico da quando hanno preso la Roma (Vegemite mi è testimone) che a noi servivano manager competenti mentre loro hanno scelto di mantenere la vecchia guardia salvo verificare i loro limiti e doverli cambiare tutti in 4 anni.
      Personalmente quando un imprenditore acquisisce una società ci mette i suoi uomini perché sta mettendo i suoi soldi ed ha un progetto da realizzare.. qui dire che la gestione è stata dilettantistica e posto che non credo che siano venuti dagli USA a buttare soldi credo che se non hanno fatto scelte radicali perché la Roma è solo un veicolo per arrivare ad altri progetti e non gli interessa MIGLIORARE la società.
      Su Pellegrini me lo ricordo come la riserva di Radja e ritrovarmelo come titolare fa effetto.
      Però Pelle era al centro del progetto di MOU il primo anno, da qui il rinnovo a compensi esagerati, salvo poi, sempre per accalappiare i tifosi, prendere Dybala mettendolo in crisi (chiunque allo stadio vede la differenza tecnica fra i due che però, per onestà, Paulo vanta con metà dei giocatori della serie A). Pelle non può fare il mediano (non sa fare entrambe le fasi a differenza di Barella) e se non torna non lo fa per mancanza di volontà ma di forza fisica.
      Era Barella che dovevamo prendere come sostituto di Radja, ma ce lo soffiò l’inter perché già allora il progetto USA era in calo e nessun giocatore credeva che avrebbero fatto una squadra competitiva. La convivenza di Pelle e Dybala sarà un problema per qualsiasi allenatore e salvo alternarli il nostro centrocampo andrà sempre in difficoltà con loro insieme in campo.

    • Qualcuno ha la memoria corta. Si dimentica infatti dei primi sei anni di Franco Sensi, che oggi viene esaltato (giustamente) insieme a Dino Viola. In quei primi sei anni, dopo aver iniziato con Fonseca e Balbo (la mitica Ferrari messa a disposizione di Carletto Mazzone), gli investimenti non furono certo esaltanti. Si dovette aspettare l’estate del 1999 per vedere arrivare Montella, e quella successiva per Emerson, Batistuta e Samuel. Quindi, pretendere dai Friedkin che facciano in poco più di tre anni quello che Sensi riuscì a fare in sei, mi sembra proprio fuori da ogni realtà. Anche perché questi non è che hanno trovato una situazione normale, ma una società schiacciata dai debiti fatti da Pallotta. Questo per puntualizzare e far capire che i tifosi della Roma non sono contenti dei sesti posti, ma neanche sono così ciechi da non vedere le difficoltà con cui si sono scontrati i Friedkin. E al di là di quanto si pensi su di loro vanno a rinnovare in massa gli abbonamenti, invece di vomitare bile sulla Roma, come fanno alcuni sedicenti tifosi, su questo forum. Poi se arrivano gli sceicchi che si comprano ‘sto mondo e quell’altro, meglio ancora.

    • “L’ Atalanta ci ha messo 8 anni per vincere qualcosa” una città di 120mila abitanti, che aveva budget inferiore clamoroso, un monte ingaggi che è un quinto del nostro e che negli ultimi 6 anni ci è arrivata 5 volte sopra. Una provinciale che fa preferire koopmeiners alla Roma stessa, che si compra Scamacca cosa che noi non abbiamo potuto fare e che riscatta de ketelaere che noi non possiamo permetterci. Vedendo questo il tifoso romanista dovrebbe essere felice? Da pallotta ad oggi questo è stato creato, altro che 8 anni… ne sono 14 il tempo di una dinastia altro che di un semplice progetto. Si è persa proprio di vista la realtà.

    • @@@ Asterix
      Io te Monica e pochi altri hanno storto il naso quando hanno visto fare il primo mercato a Fienga con l’aiuto di intermediari e poi affidare il settore sportivo a Pinto, scelto dagli algoritmi di Charles Gould.
      Tutti a giustificare scelte illogiche quando era palese che ci fosse un’enorme sottovalutazione dell’importanza del settore sportivo.
      Persino Pallotta aveva avuto la bravura o la fortuna di circondarsi di gente preparata come Sabatini, Baldini e Gandini.
      E se vogliamo dirla tutta persino Monchi era una scelta di qualità essendo riconosciuto dall’ambiente come uno dei migliori DS su piazza.
      L’arrivo di Ghisolfi è già un’enorme upgrade ma anche ora sono stati fatti i soliti errori.
      Per la sottovalutazione di cui sopra l’hanno preso con enorme ritardo, 1 mese prima dell’inizio del mercato e non gli hanno affiancato nessuno dirigente che possa aiutarlo a conoscere il nostro calcio.
      È una mia personale opinione che sarebbe bastato prendere Massara a febbraio per non trovarci ora ad inseguire obiettivi difficili perché già contattati da mesi da altri club.

    • Sarà Angelino che verrà affiancato a un titolare…

    • Concordo Paolo, Miranda sarebbe l’ideale proprio perché complementare ad Angelino.
      Sarebbe infatti ottimale avere due giocatori forti nello stesso ruolo, ma con caratteristiche diverse, così da poter decidere chi schierare in base all’avversario.
      Angelino è piú tecnico, più veloce e col piede più educato, mentre Miranda è poi fisicato, più forte fisicamente ed in fase di non possesso.
      Con lui sistemeremmo alla grande la fascia sinistra con una spesa complessiva di 5 mln rateizzati.
      Questo ci consentirebbe di avere maggiori risorse per gli altri ruoli scoperti, a cominciare dalla prima scelta per l’altra fascia.

  2. Se veramente abbiamo solo 30 mln per il mercato e Kumbulla e Smalling bloccano tutto (fra cui il ritorno di Llorente a 4,5 mln) allora spero che al 1 luglio annuncino qulache parametro zero.

    Il problema dei centrali di difesa sarà duro da risolvere e l’idea di ritrovarci con Mancini – Ndicka – Smalling e Kumbulla mi spaventa.

    Mi sarei accontentato di Miranda – Bernardeschi – Castrovilli e Nandez come rincalzi.

    Bisogna sempre ambire ma anche fare i conti con la realtà.

    A meno che post europeo non si muove qualcosa ma non che è che i vari giallorossi in nazionale stanno a fa le scintille.

    • ma il mercato ancora deve aprire e chiuderà a fine agosto… come fai ad avere paura di rimanere con questi 4 centrali? magari intorno a ferragosto se rimane tutto così, magari un po’ d’ansia fattela venire… ma a giugno quando ancora si stanno giocando i gironi dell’europeo, perché sei ansioso?

    • Ciao Nasty, ne ho paura perchè non penso che Kumbulla fra un mese avrà la fila, idem Smalling e Karsdorp, ma è una paura, poi magari fra venti giorni ce li simao tolti e arrivano altri migliori.

      ci spero almeno!

    • qualche prestito uscirà fuori.. kumbulla che sta a fare alla Roma, la muffa? Karsdorp è la vera zavorra perché è scarso e anche st…so.
      Smalling vediamo..
      ma io sto tranquillo.

    • Credo che mezzo smalling sia più forte di molti difensori interi. Speriamo di recuperarlo fisicamente, anche al 30% può dare un contributo da top. E’ a centrocampo che vanno fatte le giuste valutazioni, il problema è soprattutto la. Se non vogliamo aggiustare il centrocampo, dobbiamo trovare un esterno alla Gervinho che da solo vale mezza squadra.

  3. Da semplice tifoso spero che venga cambiato il centrocampo il cuore della squadra,il resto gli deve girare intorno.Rifondate una volta per tutte la ROMA.

    • Assolutamente d’accordo con te, ci vogliono un frangiflutti davanti alla difesa (e Konè potrebbe essere buono in tal senso) e uno in grado di fare bene sia la fase offensiva che quella difensiva (e non so se il Cardoso di cui si parla possa essere l’ideale). Ma il centrocampo va integrato con due profili di questo genere.

  4. Anche oggi lo zero assoluto bravi friskis….. pensate all,’everton….tra poco più di una settimana si parte io sono pronto se DDR vuole…..mi presentate come il Pelé bianco di Montesacro.

    • meno male ci sei te che capisci tutto e lecchi il culo a sti dirigenti che ci fanno arrivare sempre 6 ma l’importante è andare a farsi belli allo stadio. perché chi va allo stadio è più tifoso. Io ho l’abbonamento da oltre 40 anni e mi sono rotto le palle di arrivare sesto. Allo stadio vado per tifare la Roma non per farmi bello per fare.lo stadio pieno.

    • @nello, ve dovreste fare il social appositamente per voi, come Trump, in cui ve la cantate e ve la sonate da soli…allo stadio fate bene a non venire, sfigati!

    • Alfredo io allo stadio ce vado quando me pare senza leccare il culo a dirigenti e giocatori. A me interessa solo la Roma. Ma poi me sto a confonde con chi???? io abbonamento da 40 anni caro.

  5. Buona fortuna al Gallo, in riva al Lago farà sicuramente bene. Senza dimenticare che vivrà in uno dei più bei posti al mondo.

  6. “Miranda” er firm de quer maialone de Tinto Brass, 1985. La pòra Serena Grandi stava in forma e nun era na vecchia ciaciona rifatta che è oggi…

  7. A me sembra evidente che i Friedkin , presto venderanno la Roma ma ,come dargli torto ,da 14 ? anni ci prendono per il cubo con lo stadio ,le partite le decidono gli arbitri , non basta per mollare tutto ?

    • Hai dimenticato che giochiamo 1 contro 15, grazie al regolamento del giro alla truffiana oops scusate all’italiana (vedi gli anni degli scudetti a 100 punti quando la Roma era forte davvero e vedi l’atalanta che doveva raggiungere il terzo posto a loro dire). Questo vale comunque anche per il Napoli che è riuscito a vincere lo scudetto (la var è già una garanzia in più). FIGC, era meglio FIGCNI (NI sta per nord italia)

  8. il progetto da portare avanti non può essere quello di prendere giocatori affermati o semiaffermati al posto di altri della stessa natura, che hai in pancia e non volgono andare via. Ogni anno ricominci daccapo. Chi non vuole partire va a casa, solo con allenamenti, ed il sostituto deve venire dalle tue retrovie costruite negli anni precedenti. Sono queste , invece, che vanno rimpinguate, anno per anno. col tempo si costruisce qualcosa di serio.

  9. purtroppo per l atletico non può bloccare proprio un bel nulla visto che c e una clausola quindi a meno che non lo convincono promettendogli la titolarità è tutto a discrezione di morata

  10. Ma Pangracic difensore centrale della Croazia e del LECCE per sostituire Smalling e al posto di Kumbulla ? visto ieri sera non hai fattu strusciare palla a Retegui e Scamacca nelle rotazioni ci starebbe benissimo, e’ affidabile e non costerebbe molto .

    • Innanzitutto si chiama pongracic, però hai ragione è molto bravo e lo è stato per tutto l’ anno nonostante tornasse dopo la rottura del crociato. A Roma fanno finta di andare sui giocatori solo quando ci sono già altre concorrenti ed il prezzo si alza. Stai sicuro che che se se ne parlasse in orbita Juve o se ne parlarerà per il Milan o qualche straniera allora si sentirà anche il nome della Roma che poi non lo comprerà mai.

  11. La Roma è completamente ferma. Nemmeno ha annunciato l’ allenatore… tutto dire. C’è qualcuno che è impegnato con l’ Everton dopo averci regalato i prestigiosi sesti posti.

  12. Diciamo che i presupposti erano inizialmente buoni e c’era stato un incontro ad un albergo di Roma dei Friedkin che volevano dare la totale gestione della Roma a Rudi Voeller, offerta che purtroppo il tedesco declino perché ancora sotto contratto con il Bayer Leverkusen. Voeller suggeri un suo storico braccio destro, Jonas Boldt, noto per essere stato il fautore del sistema di database dei calciatori adottato dal Bayer, osservatore per aver scovato qualche giocatore (Calhanoglu fu la sua prima scoperta) ed era salito nel tempo diventando uno dei più giovani direttori in Bundesliga. Ci fu poi anche un incontro con Jorge Mendes che promise CR7 ai Friedkin e Tiago Pinto come candidato. Si è vero che ci fu un casting tramite Gould ma alla fin fine i due candidati considerati seriamente furono Boldt e Pinto per questi motivi. Scrissi di questo già molto tempo addietro. Boldt presento un progetto sostenibile molto simile alle premesse attuali, una Roma costruita su giovani di grande talento scovati tramite la sua rete scouting che sarebbe cresciuto negli anni. Mendes invece se li è intortati bene i Friedkin con la promessa CR7 da convincere entro 2 anni, di cui una trattativa reale e molto lunga c’è stata con anche litigate infine tra CR7 e Mendes che ne causano un momentaneo divorzio. Mendes porta Mou e la cosa sembra bastare ma i risultati infine si sono visti e speravo che perlomeno ci portasse allora nei 3 anni dove ci siamo affidati alla sua mediazione, anche qualcheduno dei suoi tipi un Ruben Neves che da noi avrebbe rivoluzionato il centrocampo fino ad anche visto che HWANG lo davano in prestito con diritto di riscatto ad un certo punto perché HWANG voleva giocare di più, Mendes poteva portarcelo la scorsa estate da noi, giocatore che ero conscio la scorsa stagione avrebbe raggiunto un picco importante e sarebbe esploso (29 partite in Premier League con 12 reti e 3 assist giocando da attaccante ed ala esterna ma come scritto in passato, lui per me può rendere di più come attaccante centrale), ma niente, la collaborazione con Mendes è stata fallimentare. Qui i Friedkin hanno sbagliato scelta perché con Boldt sarebbe stata una Roma molto diversa, con 1 anno dopo che forse arrivava poi Voeller a fare il DG, e forse non avremmo vinto nessuna Coppa ma avremmo oggi una squadra molto più ben strutturata e forse avremmo centrato la Champions League dal terzo anno di gestione. Però valutate che quasi tutti i presidenti con una certa ambizione, dinanzi alla possibilità di prendere allora CR7, si sarebbero fatti ammaliare da Mendes.

    • La storia di Voeller l’hai già riportata più volte e concordo con te che Boldt sarebbe stata una scelta molto più saggia anche e soprattutto nella prospettiva di costruire qualcosa di duraturo.
      Ma io comunque non giustifico i Friedkin per essere stati intortati o ingannati da Mendes perché non doveva essere una loro prerogativa la scelta del nuovo DS.
      I Friedkin si sarebbero dovuti presentare a Trigoria con un loro DG che avrebbe avuto il compito di ristrutturare quello che rimaneva della società di Pallotta, scegliere il DS e il DS in accordo col DG scegliere l’allenatore.
      Un dirigente esperto e navigato (alla Marotta) non avrebbe mai legato le sorti della Roma ad un procuratore.
      Se dopo 4 anni siamo ancora al punto di partenza, a dover ripartire da zero è proprio perché non si sono fatte le scelte giuste all’inizio. Ed anche questa ripartenza con Ghisolfi è ad handicap per il grave ritardo con cui lo stesso è stato chiamato a fare mercato e per la solitudine con cui il francese deve lavorare, senza avere aiuto alcuno a Trigoria.

    • Sarebbe servito una figura dirigenziale forte dall’inizio ed infatti l’ho scritto più volte che la scelta era ricaduta su Rudi Voeller anche per via del suo passato da ex calciatore storico della Roma per l’appunto. Io il tedescone l’ho adorato alla follia e ammetto che sono affezionato più a lui che a Totti perché sono cresciuto da bambino con Voeller che era il mio idolo, canticchiavo sempre la canzone variata della Cuccarini (mi pare che qualcosa tra lui e Lorella ci sia anche stata) “Tedesco vola”, anche perché ebbi l’occasione di incontrarlo di persona. Se Voeller consigliava di prendere Boldt, solo perché il Tedescone lo candidava, io lo avrei presa anche solo per questo motivo. XD
      Certo mi parli di Beppe Marotta che reputo più di un DG, un vero AD che sa gestire tutto quanto bene e che è attento che tutti seguano ed obbediscono ai suoi ordini, come anche Galliani è fatto così, ma difficile che i Friedkin di cui Ryan vuole fare qualcosa e non essere escluso, che una figura come Marotta, che alla fine è molto un accentratore, avrebbe potuto collaborare o comunque dare importanza a Ryan, per cui il padre Dan ha preso la Roma principalmente per via del figlio. Più invece semplice la convivenza con un dirigente come Voeller, molto più diplomatico, che avrebbe saputo dare a Ryan un ruolo per cui farlo sentire importante oltre ad essere un dirigente molto capace nello scegliere i collaboratori, darli una loro indipendenza ma al contempo stesso con aspettative di ottenere certi risultati ed il Bayern Leverkusen di cui si parla come modello da seguire, è frutto del lavoro intenso fatta da anni proprio da Rudi. Dico soltanto che avrei preso Boldt soprattutto se Rudi scaduto il contratto con il Bayer, prometteva che allora subentrava nella Roma poi come nuovo DG, AD o CEO.

  13. quindi in bacheca ( già scarna )per una società di calcio, ed un eventuale museo in un futuribile stadio ci mettiamo la/e partecipazione/i in CL piuttosto che uno o più trofei…scusa è colpa mia che non ho capito come e perché fare il tifoso…

    • Se un progetto ha fruttato, non ci saremo ritrovati in questa situazione dove ora si deve ricominciare daccapo dopo 3 anni. Certo abbiamo ora in bacheca una Conference League, il secondo titolo europeo più importante dopo la storica Coppa delle Fiere, l’antenato della Coppa UEFA di sua volta antenata più nobile dell’attuale Europa League che in confronto alla vecchia Coppa UEFA vale molto di meno, però conta alla fine se il progetto dopo tot anni ha lasciato una rosa rinforzata e forte a chi doveva venire dopo e sotto questo aspetto abbiamo una rosa depauperata, con diversi calciatori il cui valore (quasi tutti purtroppo) non è aumentato, con alcuni ingaggi pesanti per calciatori difficile da persino scendere e pochi giovani di alta prospettiva futura di livello internazionale. In tre anni non riuscire ad arrivare tra i primi 5 posti ed essere scavalcati da Atalanta e Bologna non si può purtroppo affermare che il tutto sia stato un successo. Sinceramente gli sbagli sono stati tanti, alcuni penso anche in buona fede perché posso pensare che ad un Ryan, l’idea di avere CR7 in rosa, seppure non più giovanissimo, lo intrigava parecchio ma la scelta giusta, e lo dissi tanto tempo addietro, sarebbe stato meglio scegliere Boldt, un direttore giovane anche lui ma che ha fatto tanta gavetta e molto ben preparato sia nella gestione amministrativa, nel campo dello scouting ed un DS operativo moderno, in cui rivedo ora nella scelta di Ghisolfi, un profilo su certi versi che si avvicina ad un Boldt il cui progetto tecnico fu allora bocciato e di sicuro molto più preparato di Pinto. A me poi non importa di DS o calciatori italiani o stranieri, a me interessa che vengono gente capace e forte, possibilmente che siano sia dei fuoriclasse sia come dirigenti nel gestire trattative, fare crescere il club sotto tutti gli aspetti (soprattutto essere in grado di mettere in piedi un piano per fare accrescere ed esportare il brand in modo efficace su tutti i continenti), sia come nel vedere dei giocatori di talento che anche se non sono oggi campioni, hanno perlomeno il potenziale di diventarlo un domani, che danno l’anima in campo, che formano una squadra realmente forte, compatta ed in grado di giocarsela per vincere contro chiunque mostrando una impronta di gioco dominante per l’intero arco di una partita.

    • Grazie Saverio. È un vero piacere leggere i tuoi post. Un’analisi attenta, critica, senza isterismi, che non nasconde una doverosa e inevitabile bocciatura alla attuale gestione.

  14. Miranda è una grande occasione per sistemare a costo zero la fascia sinistra.
    Lui ed Angelino sarebbero una coppia complementare ideale.
    Non mi dispiacerebbe un mercato Made in Canada, con David in saldo e Kone prima che vada fuori portata.
    Con 30/35 mln di euro, più o meno il prezzo di Abrham (pare che sia già pronta un’offerta dei Villans di 25 mln di pound) si comprerebbero entrambi.
    Dato per fatto il secondo portiere x una spesa intorno ai 4 mln, i restanti soldi messi a disposizione dalla società (si parla di un budget di 30 mln) più i proventi delle cessioni di Zalewski, Bove ed Auar, circa una quarantina di mln, andrebbero usati per: un terzino destro forte (Bellanova?) altro centrocampista giovane, polivalente e forte (Prati?), un’altra punta centrale (Banza? Kalimuendo? Demirovic?) ed almeno un esterno offensivo di livello (Minteh? Riquelme?).
    Dopodiché il resto, ad esempio l’acquisto di Hummels o di Llorente, dipenderebbe dalla possibilità di sbolognare gli altri esuberi come Kumbulla, Hummels, Shomurodov etc..
    Compito complicato ma non impossibile x Ghisolfi

    • Sono d’accordo su Miranda che sembrava a Gennaio tutto fatto con il Milan ma qualcosa è cambiato negli ultimi mesi, e seppure ci fosse un principio di accordo per l’arrivo di Miranda lo scorso inverno per qualche milione, salvo poi un intesa per firmarlo a zero questa estate, la trattativa sembra saltata. Se Miranda fosse disponibile a zero, e le commissioni e le richieste di ingaggio non sono esagerate, ovvio che sia un buon colpo ma dipende molto da questi due ultimi fattori.

  15. Se alla Roma capissero qualcosa, venderebbero Anka Sbilenka a 15 milioni e prenderebbero ‘sto Rodriguez a zero, dandogli pure di meno di contratto di quanto prende Cristante si è fermato a Empoli (cit.)…

  16. giocatori accostati alla Roma e poi spariscono…Ghisolfi conosce un detto: chi dorme non piglia pesci…a sto punto famo..?chiamiamo nuovi padroni arabi? boh

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome